BusinessPeople

L'app che legge nella mente

L'app che legge nella mente Torna a Manager tecnologia
Venerdì, 22 Aprile 2016

 

Evguenia Stoitchkova, General Manager di Coca-Cola

Costretta ad approdare su un’isola deserta non le dispiacerebbe avere con sé un telefono satellitare. «Così potrei chiamare subito i soccorsi». E tornare in fretta a fare la vita di tutti i giorni, una vita dove la tecnologia riveste un ruolo centrale. «Ho un cellulare che mi consente di essere sempre connessa con i miei collaboratori e con i miei cari, un ufficio smart che “elimina” le distanze. La tecnologia non mi ha mai reso la vita più complicata, anzi», dice Evguenia Stoitchkova, General Manager di Coca-Cola Italia e Albania. «La differenza sta nel modo in cui scegliamo di sfruttarla: dobbiamo ricordarci che siamo noi a servirci di lei, non il contrario». La possibilità di connettersi ovunque è l’innovazione che le ha invece cambiato di più la quotidianità. «Viaggiando molto e lavorando spesso con colleghi che non si trovano in Italia, è fondamentale poter collaborare quasi come vicini di scrivania». Il lavoro certo, ma uno degli aspetti della sua relazione con la tecnologia che ritiene più importanti riguarda la sfera familiare. «Quando mia figlia si è dovuta trasferire all’estero per studiare, ho capito che poteva aiutarmi a restarle più vicina, vederla e seguirla in diversi momenti per essere così sempre con lei».

Di quale tecnologia potrebbe fare a meno dall’oggi al domani?
Non c’è nessuna tecnologia di cui potrei fare a meno. Anzi, cerco di tenermi sempre il più aggiornata possibile per poterla sfruttare nel modo migliore.

Quale funzione non ancora inventata che vorrebbe avere a disposizione?
Avete presente il “Giratempo” utilizzato da Hermione in Harry Potter e il prigioniero di Azkaban per viaggiare nel tempo, arretrando di qualche ora? Ecco: vorrei avere il “Giratempo” nel mio smartphone, per potere essere contemporaneamente in diverse parti del mondo.

Quale app acquisterebbe immediatamente se fosse in vendita?
L’app capace di leggere i miei pensieri e trasformarli in testo.

Quale nuova invenzione la attrae di più?
Una macchina che mi consenta di teletrasportarmi e abbattere così le distanze.

POTREBBERO INTERESSARTI
Copyright © 2022 - DUESSE COMMUNICATION S.r.l. - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy - Credits: Macro Web Media