Luxottica ha siglato insieme ai sindacati il nuovo Contratto integrativo aziendale, che interesserà i 10 mila dipendenti del gruppo. Entrando in vigore l’1 dicembre 2015, sarà valido fino al 2018 e non riguarderà solo organizzazione del lavoro e aspetti economici: il gruppo, infatti, punta allo sviluppo del welfare aziendale destinato ai dipendenti.

PATTO GENERAZIONALE. Tra i contenuti del contratto, uno tra quelli più caratteristici è il patto generazionale tra i dipendenti, che mira ad agevolare i lavoratori vicini alla pensione e, nel contempo, facilitare l’ingresso dei giovani in azienda. Nei prossimi tre anni prenderà infatti il via una sperimentazione che garantirà a 100 dipendenti, a pochi anni dalla pensione, di dimezzare le proprie ore di lavoro senza non subire conseguenze sul proprio trattamento pensionistico; nel contempo, verrà offerta l’assunzione a tempo indeterminato ad altrettanti giovani meritevoli. Oltre a quelle previste dalla sperimentazione, saranno 600 le nuove assunzioni a tempo indeterminato, specie tra i lavoratori giovani e nelle sedi italiane del gruppo.

FLESSIBILITÀ. La flessibilità è fra gli elementi caratterizzanti del contratto, che punta alla contrattazione fra lavoratore e impresa come via per lo snellimento dell’organizzazione del lavoro e per il miglioramento della produzione. Tra le soluzioni previste va sottolineata la banca ore etica: puntando alla solidarietàtra i lavoratori, Luxottica incoraggia a “donare” le proprie ore di lavoro ai colleghi che ne hanno necessità; l’azienda provvederà poi a raddoppiarle. Viene introdotta, inoltre, la Baby Week, che va a integrare le agevolazioni già previste in favore del nucleo familiare dei lavoratori concedendo ai genitori una settimana retribuita per assistere all’inserimento del figlio all’asilo nido.

WELFARE AZIENDALE. Sono state incrementate anche le misure che vanno a costruire il welfareaziendale garantito da Luxottica, tra i più innovativi in Italia. Il Gruppo prevede infatti uno sviluppato sistema di assistenza a favore delle famiglie dei propri dipendenti. L’impresa, infatti, sostiene i suoi lavoratori grazie a iniziative a favore delle nuove generazioni, come il pagamento dei libri scolastici e delle tasse universitarie per i più meritevoli; è previsto anche il sostegno al lavoratore per le spese mediche e odontoiatriche e alle coperture assicurative. Non mancano poi il “maggiordomo aziendale”, che fornisce servizi a prezzi agevolati come la tintoria, la sartoria e il babysitting on demand.