© Dan Kitwood/ Getty Images

Vivere e lavorare a Londra, si sa, è molto difficile dal momento che i costi per gli affitti sono molto alti. Però, secondo una ricerca realizzata dalla Savills – società di real estate – la capitale del Regno Unito è la città più cara al mondo per le aziende che devono trasferirvi i propri impiegati.

La ricerca, riportata dal Guardian , ha mostrato come il costo medio per affittare una casa e un ufficio nella City per un anno sia salito a 79 mila sterline per impiegato (pari a poco più di 100 mila euro, ndr.). Inoltre, se paragonata ad altre metropoli del mondo, Londra costa il doppio di Sidney e il quadruplo di Rio de Janeiro.

L’indagine ha preso in esame le 12 città più care del mondo per guidare le aziende nel valutare i costi di un eventuale trasferimento per i propri dipendenti. Dopo Londra segue Hong Kong con 115.717 dollari, New York al terzo posto con 107.782 dollari e Parigi al quarto con 105.550 dollari. Più giù, all’ottavo posto, troviamo Sidney con un costo di 63.630 dollari, Shanghai al decimo con 43.171 dollari e Rio de Janeiro all’undicesimo posto con 32.179 dollari. Infine, a chiudere la classifica troviamo Mombay con un costo per impiegato di 29.742 dollari.

«Nonostante la scalata ai vertici della classifica, dal quinto al primo posto dal 2008, Londra è ancora lontana dal raggiungere i costi record di affitto per casa e ufficio raggiunti da Hong Kong, che nel 2011 ha registrato un costo di 128 mila dollari all’anno» riferisce Savills in una nota e aggiunge che la metropoli dell’Estremo Oriente è di gran lunga la più cara per comprare casa, con prezzi più alti del 40% rispetto a Londra, nonostante la City si stia avvicinando sempre di più a quei livelli di prezzo.