Milano è la capitale del lavoro in Italia. A dirlo è LinkedIn, il social network che mette in contatto professionisti ed aziende, da poco acquisito da Microsoft. La piattaforma ha promosso lo studio Milan Economic Graph, che ha analizzato la situazione del mercato del lavoro nel capoluogo lombardo, che dimostra di essere tra i migliori bacini di occupazione italiani.

LA MAPPA DEL LAVORO. Con questa ricerca, LinkedIn intende creare un “Economic Graph” mondiale, una mappa digitale dell’economia globale che disegni per i propri utenti il panorama delle opportunità lavorative ed economiche pronte da cogliere. LinkedIn conta 500 milioni di iscritti nel mondo; nove milioni sono italiani, e un decimo di chi utilizza il portale si trova a Milano: infatti, sono oltre 5 mila le offerte di lavoro nella zona metropolitana della città, pubblicate da 96 mila aziende operanti sulla piattaforma e lette da 829 mila professionisti. Grandi numeri per una piazza decisamente vivace, con circa 49 mila assunzioni nell’ultimo anno.

LAVORARE A MILANO. I più ambiti nell’area milanese sono coloro che operano nell’ambito economico e finanziario; tuttavia, Milano è anche capitale della comunicazione e del Social Media Marketing, e offre importanti opportunità anche nell’ambito della tecnologia e delle relazioni internazionali. A riflettere il fermento che anima il mondo del lavoro milanese vi è la grande migrazione di talenti italiani ed europei verso la città metropolitana: molti professionisti, infatti, decidono di mettersi in gioco e cercare un posto di lavoro a Milano, anche per dare nuovi imput alla propria carriera. Lo studio promosso da LinkedIn, inoltre, ha evidenziato un altro fenomeno interessante legato alla ricerca di lavoro lontano da casa: tanti talenti decidono infatti di scegliere Milano come punto di partenza per acquisire competenze, per poi spostarsi all’estero (verso Inghilterra, Germania, ma anche Emirati Arabi) per rimpolpare il proprio curriculum.