© Justin Sullivan/ Getty Images

Come gli esaminatori investigano sulle attitudini di un candidato per scoprire se sia idoneo o meno per un determinato lavoro, così gli aspiranti dipendenti possono scoprire se l’azienda per cui desiderano lavorare sia quella giusta e potranno capire se in futuro potrà dare occasioni di crescita professionale.

Per scoprirlo, al termine dell’intervista è importante fare le domande giuste. Facendolo si mostra interesse per la posizione che si desidera ricoprire e si ottengono più informazioni per valutare il potenziale ambiente di lavoro (e ci si distingue per curiosità).

Da dove iniziare? Prima dell’incontro bisogna studiare la società: visitarne il sito corporate e le pagine sui vari social (LinkedIn, Facebook e Twitter, etc.), e poi, in sede di colloquio coinvolgere il selezionatore e invitarlo, con quesiti strategici, a dirci di più sulla società per cui lavora.

Non sapere cosa chiedere? Ecco le migliori domande da fare a un colloquio secondo Business Insider :

Eccone qui l’elenco e la spiegazione sul perché farle :

1. Cosa le piace di più del lavorare per questa società? – La risposta del selezionatore svelerà qual è l’aspetto che apprezzano di più e ci permetterà di capire se si condivide la stessa opinione sull’argomento.

2. Come si è evoluta questa posizione? – È una domanda strategica che può rivelare se questo lavoro è un vicolo cieco, cioè se abbia o meno possibilità di crescita.

3. Potrebbe farmi qualche esempio di come potrei collaborare con il mio manager? – La risposta permetterà di capire come i membri dello staff sono impiegati e se si possono mettere in mostra le proprie capacità

4. Quale sarà, nei prossimi tre mesi, la principale priorità per chi ricoprirà questo ruolo? – La domanda aiuta sia a capire su cosa concentrarsi qualora si ottenesse il lavoro che scoprire come fare una buona prima impressione.

5. Quali sono le sfide per questo lavoro? – Chiedendo ciò si può scoprire a cosa si va incontro, e se non elencassero alcuna sfida, allora c’è da essere molto sospettosi!

6. Che cosa hanno fatto gli impiegati precedenti per avere successo in questo ruolo? – In base alla risposta si può avere un’idea di come l’azienda valuti il successo.

7. Avete qualche dubbio sulle mie qualifiche? – Fare questa domanda mostra che si è abbastanza sicuri di sé per discutere delle proprie debolezze.

Articolo aggiornato il 12 febbraio 2015 alle 10.45