© Getty Images

Cellulari iperconnessi, riunioni interminabili, pause caffè e non solo: Barracuda Networks Inc, colosso americano delle soluzioni di sicurezza e storage cloud-connected, ha stilato la classifica delle distrazioni più pericolose sul posto di lavoro. Con qualche consiglio per neutralizzarle (guarda l'infografica).

La classifica delle attività time waster:

- Meeting: 9 persone su 10 sognano ad occhi aperti durante i meeting. I dirigenti dedicano mediamente alle riunioni 23 ore alla settimana di cui 7,8 ore per incontri ritenuti non necessari. Vuol dire buttare 2,3 mesi di lavoro ogni anno. Per l'impiegato medio americano 5 ore di riunione a settimana costano all'azienda 6.357 dollari all'anno.

- Navigare in rete: il 64% degli impiegati delle aziende visita siti non legati alla propria attività durante l’orario di lavoro. Di questi il 39% utilizza così un’ora o meno, il 29% due ore, il 21% cinque ore e il 3% dieci ore o più. In media si parla di 2.32 ore alla settimana in navigazione internet, cioè 2.945 dollari all'anno regalati.

- Disordine e disorganizzazione: il tempo trascorso alla ricerca di oggetti e file fuori posto costa alle imprese più di 177 miliardi di dollari all'anno e porta via a ciascun dipendente quasi 38 ore ogni 12 mesi. In media, disorganizzazione e disordine portano a uno spreco di 0,73 ore per impiegato ogni settimana ovvero 929,10 dollari per dipendente all’anno.

- Posta elettronica: il 62% delle persone afferma che perdere tempo in mail non essenziali è un aspetto critico della posta elettronica. Solo il 14% delle mail che riceviamo giornalmente sono considerate importanti per la propria attività, l’8% è spam, il 10% è rappresentato da mail personali e non legate al lavoro. Si trascorrono circa 4 ore al giorno usando le email, ovvero metà della nostra giornata lavorativa.

- Interruzioni: l'impiegato medio spreca il 28% del suo tempo, ovvero 2.1 ore al giorno, a causa delle interruzioni non necessarie e del tempo necessario per riprendere il filo delle attività lasciate in sospeso. I manager vengono interrotti mediamente una volta ogni 8 minuti. Il costo di gestione delle interruzioni pesa sull’economia a stelle e strisce per 588 miliardi di dollari all’anno.

- Firma digitale: usare una firma digitale abbatte lo scambio di documenti del 90% e permette di risparmiare in media in termini di tempo due ore al mese (586 dollari).

- Automazione del Sales/Marketing: un quarto delle imprese B2B della classifica Fortune 500 e il 76% delle maggiori aziende SaaS a livello globale ha già adottato soluzioni per l’automazione del marketing registrando un aumento del 14,5% della produttività nelle vendite e una riduzione del 12,2% dei costi indiretti e delle spese fisse legate al marketing. In media, l’automazione delle vendite e del marketing può comportare un aumento di 5 ore alla settimana in di produttività e un risparmio di 6.357 dollari per dipendente all'anno.

- L’utilizzo di un Crm: i commerciali hanno riscontrato un aumento della produttività del 15% grazie all’accesso mobile al CRM . Il 9 % delle imprese con oltre undici dipendenti utilizza un sistema di Crm, rispetto al 50 % delle imprese che impiegano meno di dieci persone. L’utilizzo del Crm è aumentato negli ultimi anni dal 56% del 2012 al 74% del 2013 con un rendimento medio di 5,6 dollari per ogni dollaro speso.