©GettyImages

«Le pensioni di anzianità non saranno ghigliottinate. Però vanno a morire. Quando ci sarà solo il sistema contributivo varrà solo l’età minima per l’accesso al pensionamento».Lo ha detto il ministro del Welfare Elsa Fornero al termine dell’audizione alla Camera durante alla quale ha presentato la tanto discussa riforma delle pensioni. Una riforma che, come sottolineato dallo stesso ministro, avrà un «respiro di lungo termine» in modo da regolare il comparto per un periodo abbastanza lungo. Una riforma dettata da «principi di equità, di trasparenza, di semplificazione e di solidarietà sociale». Un insieme di provvedimenti che però, ammette anche il ministro Fornero rappresenta una «soluzione drastica» che ha l’obiettivo di «allungare la vita lavorativa e alzare l’età media di pensionamento». Una riforma che non si esaurisce da sola, ma che vuole essere, come recita la nota del dicastero di via Veneto «il primo tassello di una riforma più completa che riguarderà anche il mercato del lavoro (che dovrà recuperare efficienza ed efficacia nell’impiego delle risorse) e gli ammortizzatori sociali (oggi praticamente inesistenti per una gran parte di esso)».

Tutte le misure della Riforma