© Getty Images

Satya Nadella, dietro la lavagna. Il Ceo di Microsoft è incappato in una brutta gaffe sessista che non fa onore alle battaglie per l'uguaglianza storicamente portate avanti dalla sua azienda.

Alla Grace Hopper Conference di Phoenix (organizzata dalla fondazione che si occupa proprio della parità di genere nel mondo della tecnologia), il n.1 di Redmond Nadella ha risposto così a una ospite che chiedeva come potessero fare le donne per farsi riconoscere un aumento: «Non chiedere un aumento rappresenta uno dei superpoteri che hanno le donne: si tratta di buon karma».

SQUILIBRI NELLA VALLEY. Alla faccia delle discussioni sul gender pay gap , uno dei temi più caldi nel mondo del lavoro e soprattutto nel settore tecnologico da sempre prettamente maschile.

Nadella si è poi scusato via Twitter e con una mail interna: «Ho risposto alla domanda in maniera assolutamente sbagliata», il messaggio del Ceo, «e sono convinto che uomini e donne debbano ricevere lo stesso trattamento economico per lo stesso lavoro».

FERITA APERTA. Le parole di Nadella hanno comunque riaperto una ferita dolorosa dopo i recenti diversity report che hanno segnalato al disparità di presenza femminile nel mondo hi tech - 1 donna ogni 7 uomini - ma allo stesso tempo avevano premiato Microsoft. Redmond vanta infatti il 17% di dipendenti donne nello staff tecnico e una "quota rosa" del 29% (+5% nell'ultimo anno).