© Getty Images

Scende la disoccupazione nell'area Ocse. Ma non in Italia, Paese in controtendenza rispetto agli altri come Finlandia e Portogallo.

Per l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo in Europa il vero allarme tricolore è il dato giovanile che «resta eccezionalmente alta» ancora nel Belpaese così come in Grecia, Portogallo e Spagna. I

l dato per l'intera area fa segnare un calo dello 0,1% al 7% a febbraio, con un calo dell'1,1% dal picco di gennaio 2013: 42,9 milioni di persone sono senza lavoro, 6 milioni in meno rispetto a gennaio 2013. Nell'area euro, il tasso scende dello 0,1% all'11,3%.

Emerge in negativo l'Italia. Il tasso di disoccupazione è aumentato di 0,1 punti percentuali al 12,7%, quando in Francia e Germania la percentuale dei senza lavoro è rimasta stabile al 10,6% e 4,8%. I giovani senza lavoro solo il 42,6%.