Luxottica Group

In Italia sono ancora poche le aziende che si sono avventurate sul terreno dell’age management, pochissime quelle delle dimensioni di Luxottica Group. Infatti, da un lato l’azienda veneta vanta tra le fila dei suoi 8 mila dipendenti degli stabilimenti produttivi ben 30 Maestri del Lavoro, decorati con la Stella al Merito del Lavoro dal presidente della Repubblica. La decorazione è concessa a coloro che abbiano compiuto i 50 anni di età e 25 anni di servizio e possano vantare perizia, laboriosità, buona condotta morale, innovando e istruendo nel proprio settore. Non a caso è questo il ruolo che l’azienda riconosce loro all’interno della fase produttiva nelle lavorazioni dell’occhialeria, dove l’artigianalità ha una valenza determinante. Lo scorso ottobre è stato poi firmato il nuovo contratto integrativo in cui sono state incluse una serie di iniziative a sostegno di quello che viene definito l’equilibrio vitalavoro dei dipendenti, che ben si adattano alle circostanze dei lavoratori più anziani perché ne modulano in modo flessibile le prestazioni. È previsto inoltre il job sarin familiare, dove il dipendente può farsi sostituire dal coniuge disoccupato o in cassa integrazione, piuttosto che dal figlio. In più è stata intensificata la tutela della salute, in base alla quale nel caso di gravi patologie, Luxottica garantisce l’integrazione sino al 100% della retribuzione per i collaboratori assenti da oltre 180 giorni. Diverse le iniziative a favore della formazione continua, con borse di studio a sostegno della formazione correlata alle attività dell’azienda. Infine, è prevista una più spiccata gestione individuale della presenza, nonché un più ampio riconoscimento del part-time.

ARTICOLO PRINCIPALE - L'era dell'age management