Nell’impossibilità di evitare ogni contrasto, soprattutto sul lavoro, diventa fondamentale imparare ad affrontare e gestire i conflitti. Come fare? Per esempio rivolgendosi al primo centro studi in Conflict management, lanciato recentemente in collaborazione con l’università La Sapienza di Roma. Sta infatti nascendo in questo campo una nuova disciplina che aiuta a mettere a fuoco i reali interessi delle parti e spostare l’attenzione sugli obiettivi a medio e lungo termine, anziché sulle persone. L’obiettivo è aiutare le parti a trovare un nuovo punto di partenza, al fine di diminuire la tensione che genera il conflitto e che lo alimenta, attraverso la ricerca di interessi comuni da raggiungere.