1. Curare la propria immagine online: i confini tra social media usati al lavoro e nella vita privata sono molto sfumati, per questo è opportuno che il profilo online che utilizzate per interagire nel mondo social sia accurato. Ciò può aiutare chi vi segue a individuare interessi comuni e migliorare la vostra cerchia di contatti. Tuttavia, non dovete mai dimenticare che state presentando voi stessi anche a colleghi, capi e potenziali clienti e che dovete quindi evidenziare i vostri punti di forza, mostrare punti di vista intelligenti, elencare le vostre esperienze e competenze, nonchè dar modo di contattarvi a chi è interessato. Dovete pensare al canale social come a un’estensione del vostro CV, senza per questo esagerare nell’autocelebrazione.

2. Diventare un social leader: i tool social sono collaborativi per natura e possono esprimere il loro pieno potenziale in ambiente di lavoro solo se li usate per interagire con i colleghi. Se l’azienda dove lavorate non ha ancora mostrato propensione all’uso dei social media, potrete operare come una sorta di “ambasciatore social”, evidenziando esempi positivi da seguire, creando reti di contatti, suggerendo modi di usare i tool social e come ottenerne il massimo a supporto del business. Ciò potrà positivamente impressionare il vostro capo, se risulterà evidente che il vostro operato è nell’interesse dell’azienda.

3. Abbracciare la “mentalità di gruppo: creando un gruppo virtuale online, i singoli possono condividere le conoscenze e approfondire temi a beneficio di tutti, con il risultato finale di una migliore qualità delle decisioni, delle stretegie e dei progetti. Un team che lavora sullo sviluppo di un prodotto, ad esempio, può avere grande vantaggio dal ricevere gli input e i suggerimenti di tutti i soggetti coinvolti fin dalle fasi iniziali e la disponibilità di tutti questi input in un unico luogo accessibile a tutti può aiutare a velocizzare il processo decisionale e aumentare il tasso di innovazione. Se, come risultato di tale nuovo approccio, il prodotto finale sarà migliore, sicuramente ciò vi darà un’enorme visibilità positiva all’interno dell’azienda per cui lavorate.

4. Uscite dalle vostre quattro mura: se i tool social vi offrono un modo nuovo per interagire con i colleghi, essi hanno anche un potenziale enorme per aiutarvi ad espandere la vostra rete di contatti e a comunicare con loro oltre i confini aziendali e nazionali. Potrete invitare tali contatti (colleghi, clienti, ecc.) a meeting virtuali, condividere documenti online e organizzare video chat. Tutto ciò potrà tradursi in interessanti nuove collaborazioni che vi potranno aiutare nel vostro lavoro.

5. Assorbite informazioni come una spugna: oltre ad aiutarvi a comunicare meglio, i social media vi offrono un eccellente canale per la condivisione delle conoscenze, esponendovi a un eccezionale flusso di pensiero che arricchirà le vostre conoscenze e competenze, a beneficio del vostro lavoro e della vostra sicurezza quando dovrete esporre il vostro punto di vista o fornire consigli a un cliente.

6. Postate: condividete le vostre idee con il mondo creando un vostro blog e postando con costanza. Potrete così divenire un leader di pensiero. Potrete anche offrirvi di creare un blog aziendale e raggruppare altri colleghi blogger per generare un flusso regolare di contenuti relativi al settore nel quale opera la vostra azienda. In questo modo, di sicuro vi farete notare dentro e fuori dell’azienda.

7. Condividete dubbi e cercate risposte online: se avete dubbi su particolari questioni legate al lavoro o alla vostra realizzazione professionale, usate lo strumento dei molti forum e delle community online per scoprire le risposte alle vostre domande: scoprirete come alcuni dei vostri dubbi sono comuni a molti.

8. Andate alla ricerca di modi per migliorare la vostra efficienza: in giro per la rete social troverete sempre consigli per migliorare il vostro lavoro, suggerimenti e spunti motivazionali.

9. Non abbiate timore del mondo social: se non avete familiarità con i social media, all’inizio potranno sembrarvi difficili da approcciare. Ma non dovete temerli: essi sono solo un ulteriore canale di comunicazione, come le email o il telefono; un canale che, in più, può aiutarvi a lavorare meglio e in modo più efficiente e ad accedere a una risorsa infinita di conoscenze e idee.

10. Evitate la dipendenza: in conclusione, è utile ricordare che se i social media possono offrire tutta una serie di vantaggi per la vostra carriera e la vostra azienda, essi possono anche diventare una dipendenza nociva. State attenti a non cadere nell’ossessione di andare costantemente a verificare cosa succede sui social network che utilizzate. Se dovete svolgere un’attività che richiede la massima concentrazione, chiudete tutto ciò che non vi serve in quel momento, social media inclusi. Altrimenti anzichè aumentare la produttività, diminuirete la vostra efficienza e resa sul lavoro...e questo certo non vi metterà certo in buona luce con il vostro capo!

ARTICOLO PRINCIPALE - Sorpresa: i manager promuovono i social media al lavoro