Investire nella formazione per ridare slancio alla competitività delle imprese italiane: è questo lo scopo per il quale verranno impiegati i 72 milioni di euro messi a disposizione da Fondimpresa, il più importante Fondo interprofessionale per la formazione continua in Italia.

FORMAZIONE CONTINUA. Costituito da Confindustria in collaborazione con i sindacati (Cisl, Cgil e Uil), il fondo ha lo scopo di investire in innovazione e riqualificazione delle aziende, vie maestre per riportare le imprese italiane in una posizione di rilievo nel panorama economico europeo. A partire, innanzitutto, da chi fa grande l’industria, ossia i lavoratori: il denaro investito da Fondimpresa , infatti, servirà innanzitutto ad investire nella formazionedelle fasce più deboli, come le donne, gli over 50 e i più giovani.

IL FONDO. Le aziende italiane hanno saputo reagire alla crisi economica proprio grazie agli investimenti nell’innovazione: aprire nuovi mercati, modernizzare i processi produttivi e l’organizzazione delle proprie aziende, formare i propri dipendenti. Fondimpresa , guidata dall’imprenditore Giorgio Fossa, ha sostenuto negli anni questo processo di rinnovamento, mettendo a disposizione delle aziende, dal 2007, oltre 2,1 miliardi di euro, di cui 820 milioni dedicati proprio al miglioramento della competitività; oltre 4 milioni, invece, sono stati i lavoratori che hanno beneficiato dei progetti di formazione continua finanziati grazie al Fondo.