Farsi un'idea
Tutti gli startup nascono da una idea, ma non importa sia brillante. Uno startup ha successo se offre alla gente una tecnologia migliore di quella esistente. E spesso quella esistente è così mediocre che non serve molto per far meglio. Nicchia o mass market? Meglio puntare a prodotti di largo consumo

Occhio ai soci
Non cominciate da soli, cercate un socio. Attenzione ai gruppi troppo numerosi: l’ideale è partire in due-quattro partner. Le persone sono più importanti delle idee: una cattiva idea si può aggiustare, ma una bella idea non potrà mai salvarvi dalle persone sbagliate. Se il vostro è uno startup tecnologico, fra i fondatori è bene ci siano anche dei tecnici.

Osservate la gente
La maggior parte dei fallimenti hanno una causa ben precisa: alla gente non piace il vostro prodotto, non lo vuole. Come si fa a capire cosa vogliono i clienti? Guardateli. Il posto migliore è alle fiere. Poi, per prima cosa, fate un prototipo, non spendete soldi per svilupparlo subito.

Chieder soldi
La prima cosa di cui avete bisogno sono qualche migliaio di euro per pagarvi le spese mentre sviluppate la vostra demo. Si chiama “seed capital” e non è difficile da trovare. Rivolgetevi ai cosiddetti “angeli” investitori professionisti. In questo stadio spesso non pretendono che abbiate un business plan elaborato, ma vogliono avere chiaro ciò che intendete fare e come farete soldi con la vostra idea. In seguito, quando vi serviranno altri fondi per entrare sul mercato e fare il salto, dovrete invece rivolgervi ai venture capitalist.

Non spendeteli tutti e subito
Ora che avete i finanziamenti, che fare? Non spendeteli nel tentativo di diventare grandi subito e in fretta. Arrivare presto sul mercato non servirà, meglio concentrarsi sul prodotto. Spendere con parsimonia diffonderà in azienda la cultura del risparmio.

Chi me lo fa fare?
Perchè mai dovreste avviare un’impresa? Siete le persone giuste, ne vale la pena? La risposta è si, ne sono convinto. Ricordate che gli investitori lo hanno fatto per avere un ritorno e puntano a moltiplicare per 20 il loro capitale. Exit strategy? Quotarsi in borsa o vendere.