Il modo migliore per aumentare la produttività e la propensione al sacrificio tra i dipendenti pubblici? Semplice, il capo deve dare l’esempio con un comportamento corretto e uno stile di comando improntato al rispetto delle regole. Tra gli stili di leadership esaminati dalla Sda Bocconi, risulta che la propensione a impegnarsi sotto un leader onesto aumenta dell’8%, passando dall’82% al 90%; mentre la propensione allo sforzo sotto un capo che sprona avendo cura dello sviluppo delle competenze fa segnare una differenza positiva dell’1,5%. Se poi il leader punta a sostenere la creatività dei propri collaboratori, il risultato è addirittura negativo: -5%. L’onestà paga, anche sul posto di lavoro.

Stimolo

Propensione allo sforzo pre-stimolo

(0-100%)

Propensione allo sforzo post-stimolo

(0-100%)

Incremento % della propensione allo sforzo
Lavorare per un leader che motiva i dipendenti spronandoli al raggiungimento del risultato 79,4% 79,7% +0,3%
Lavorare per un leader che motiva i dipendenti sostenendo lo sviluppo delle loro capacità, avendo a cuore il loro apprendimento 79,6% 81,1% +1,5%
Lavorare per un leader che motiva i dipendenti sostenendo la loro creatività e lo sviluppo delle loro idee 82,9% 77,9% -5,0%
Lavorare per un leader che motiva i dipendenti stando attento alle diversità/particolarità di ognuno e rispettando le differenze di genere 80,3% 83,3% +3,0%
Lavorare per un leader che motiva i dipendenti dando esempio di onestà, sostenendo il rispetto delle regole, sanzionando i comportamenti scorretti 82,0% 90,0% +8,0%