Crystal Knows, in altre parole Crystal sa… Cosa? Abbastanza per aiutarti a migliorare il rapporto con i tuoi colleghi, farti conoscere meglio te stesso, ma anche fornire un aiuto prezioso alle aziende, che possono avere una profilazione degli utenti da utilizzare in fase di colloquio o composizione di un team di lavoro. Crystal è anche in grado di consigliare quali corde toccare nel caso dobbiate contattare una persona via mail e accendere il suo interesse. Cos’è Crystal? È una rivoluzionaria piattaforma digitale che sta diffondendosi a macchia d’olio negli Stati Uniti – dove viene già utilizzata dalle più grande multinazionali (eBay, Google, Facebook, Amazon, solo per citarne alcune) mentre in Italia è ancora poco conosciuta e utilizzata. Inventata da Drew D'Agostino, il servizio sfrutta un potente algoritmo in grado di classificare le persone in 64 tipologie diverse e di individuare l’affinità tra dipendenti o potenziali colleghi.

COME FUNZIONA. Chi vuole accedere a Crystal, si spiega in un articolo de la Repubblica, deve essere a sua volta iscritto a LinkedIn. Una volta entrato, se vuole, può rispondere a un test che gli permetterà di "presentarsi" al meglio. Ma in realtà la piattaforma fa tutto da sola: utilizzando Chrome va a pescare tutto quello che un soggetto ha pubblicato anche su Twitter e Facebook, scandaglia le condivisione, le foto, i commenti, i "like" e le "emotion". Crystal dà poi ai suoi utenti alcune informazione gratis (il profilo personale e la compatibilità con gli alti soggetti, purché siano anch'essi iscritti alla piattaforma) e altre a pagamento. Versando una quota mensile che va dai 19 ai 49 dollari al mese, Crystal indica anche con quali percentuali di successo quella persona possa inserirsi in un team già esistente o quali sono i temi a lei cari, in modo da poter inviare una e-mail che la coinvolga e incuriosisca. Misura in punti percentuali la attendibilità dei profili costruiti, più o meno validi in base alla quantità e qualità delle informazioni raccolte.