Un certificato medico per malattia su tre arriva di lunedì. A raccontare la strana epidemia post week end sono i dati Inps sulle certificazioni nel 2014, divise tra publico è privato: «La distribuzione del numero degli eventi malattia - per giorno di inizio - del 2014 è simile per entrambi i comparti, con frequenza massima il lunedì: 2.576.808 eventi per il settore privato e 1.325.187 per la pubblica amministrazione, pari rispettivamente al 30,2% e al 27,2% del totale», dice l'Istituto di previdenza. Troppo facile però sospettare di chi vuole allungare il fine settimana perché, ricorda l'Inps, il lunedì è il primo giorno utile per chiedere il riposo anche per chi ha passato il week end a letto.

Nel totale 2014, i certificati medici trasmessi sono 11.494.805 certificati medici per il settore privato - in diminuzione del 3,2% - e 6.031.362 per la pubblica amministrazione, in risalita dello 0,8% rispetto al 2013. Un terzo del totale arriva in inverno, mentre il numero più basso è ovviamente quello del terzo trimestre (8,5% per il settore privato e al 14,8% per la Pa) ; il numero dei certificati di malattia trasmessi rispetto al 2013, presenta un lieve aumento dell'0,8% per la pubblica amministrazione ed una diminuzione del 3,2% per il settore privato. Tra gli altri dati interessanti, si può osservare la ripartizione regionale: la Lombardia guida la classifica delle assenze sul lavoro sia nel settore pubblico che in quello privato, con il 22% del totale, seguita da Veneto, Emilia Romagna e Lazio (poco più del 10%, in testa però per quanto riguarda il pubblico con il 14,4%).