Consigli da parte di un dietologo, una sala relax dove poter consumare il proprio pasto e, possibilmente, agevolazioni per la palestra o altre attività fisiche. Sono questi alcuni tra i benefit aziendali più richiesti da parte dei lavoratori italiani, un risultato che emerge dall’ultima edizione del Barometro Food, indagine condotta in sette Paesi europei da Food, consorzio pubblico-privato coordinato da Edenred, società specializzata nella gestione dei fondi finalizzati per le imprese.

IN ITALIA. In base ai dati della ricerca gli italiani ritengono l’azienda in cui lavorano responsabile del proprio benessere fisico: il 50% vorrebbe che il datore di lavoro favorisse lo svolgimento di attività fisiche, mentre il 22% pensa che si dovrebbe incoraggiare l’utilizzo delle scale al posto dell’ascensore. Uno su cinque (23%) poi gradirebbe ricevere consigli nutrizionali in azienda o da un dietologo (23%), mentre il 38% desidera trovare frutta fresca in ufficio o fabbrica.

Barometro Food 

PIÙ RISTORANTI E INSALATA, MENO SCRIVANIA. Nonostante il 25% degli intervistati italiani richieda una break room in azienda, la maggior parte (60%, la percentuale più alta in Europa) sceglie il ristorante per consumare la propria pausa pranzo. E se l’1% del campione ammette di non mangiare durante la giornata lavorativa, il 30% dei dipendenti italiani in pausa pranzo sceglie l’insalata, percentuale più alta a livello europeo, dato tre volte superiore alla media europea.
In pausa pranzo, inoltre, i lavoratori italiani fanno anche a meno dei colleghi: per il 45% degli intervistati (secondo dato in Europa dietro il Portogallo) non è prioritario pranzare con il compagno di scrivania. Nell’infografica realizzata da Edenred i risultati dell’indagine Barometro Food sull’Italia.