Colleghi: sette consigli per una relazione sana

© Pixabay

Non dovete necessariamente diventare migliori amici. Del resto, i colleghi non li scegliete certo voi sulla base delle vostre preferenze e inclinazioni. Se, però, ci andate d’accordo è sicuramente meglio. Infatti, dovete trascorrere con loro gran parte della vostra giornata, per cui se il clima è sereno state meglio tutti. Oltretutto, quando i rapporti al lavoro sono distesi e collaborativi, anche produttività ed efficienza aumentano. Ma non è solo questo: godere di un buon ambiente lavorativo significa poter contare su un maggior benessere. La conferma arriva da un sondaggio che LinkedIn ha svolto in tutto il mondo, da cui emerso che per il 46% degli intervistati avere degli amici sul posto di lavoro contribuisce alla felicità personale. Come fare, dunque, per sviluppare una buona relazione con i colleghi? Ecco qualche consiglio.

  1. Non fate le vittime e non lamentatevi: anche se vi sentite trattati ingiustamente è inutile che vi lagniate sempre. Provate a cambiare atteggiamento e a essere più propositivi e positivi. Se nemmeno questo funziona, raccogliete le “prove” dei torti subiti prima di presentare rimostranze.
  2. Fare piccole pause per parlare con i colleghi aiuta a socializzare con loro e a smorzare lo stress. Attenzione, però, a non distrarre e a non lasciarvi distrarre in continuazione: per i discorsi più lunghi meglio aspettare il pranzo.
  3. Cercate di non escludere nessuno. È normale avere dei colleghi preferiti con cui prendere il caffè o andare in mensa, ma fate in modo di non essere troppo selettivi, per non creare invidie e malumori. Oltretutto, più persone si frequentano e più idee nascono.
  4. Se avete qualche problema con un collega discutetene direttamente con lui. Non commettete l’errore di parlarne male con altre persone o di tentare mediazioni tramite terzi.
  5. Apritevi con i colleghi, ma senza esagerare, soprattutto se non li conoscete bene. Va bene ridere e scherzare con loro, purché non oltrepassiate certi confini. Non confidate cose che non possano essere ripetute ad alta voce se non agli amici più stretti.
  6. Cercare di sviluppare un rapporto trasparente e professionale con il vostro capo, studiandone atteggiamenti e caratteristiche. Non abbiate fretta: per fare le cose bene ci vuole tempo.
  7. Siete educati e corretti anche con i vostri “rivali”. Sul posto di lavoro possono esserci delle competizioni, è normale: l’importante è rispettare sempre gli altri.