© Getty Images

Seimila assunzioni in barba alla crisi. Si è chiuso così il 2014 di Amazon, un anno record dal 1998, l'anno in cui aprirono le edizioni britannica e tedesca.

Il colosso dell'e-commerce conta dunque 32 mila dipendenti a tempo indeterminato nel Vecchio Continente.

PROSPETTIVE PER IL 2015. «La domanda dei clienti non è mai stata così elevata in tutta Europa e riscontriamo molte aree promettenti dove innovare e investire in futuro. Negli ultimi due anni abbiamo creato più di 10 mila posti di lavoro che si sono aggiunti ai già ampi team di amazoniani, e quest’anno abbiamo raggiunto un nuovo record con oltre 6 mila nuove posizioni», ha annunciato Xavier Garambois, Vice President, Amazon Eu Retail. «Nonostante questo record di assunzioni, siamo ancora in una fase di grandi investimenti e abbiamo molte posizioni aperte che prevediamo di coprire nel 2015».

Quest’anno Amazon ha assunto nuovi dipendenti in più di 50 diverse sedi in tutta Europa: uffici corporate, centri di distribuzione, centri di sviluppo e centri per il servizio clienti.

I nuovi ruoli comprendono un ampio spettro di competenze: dallo sviluppo di software, alla gestione della supply chain e al design (ingegneri per lo sviluppo dei software, esperti di apprendimento automatico, tecnici di Datacenter, ingegneri del packaging, esperti di linguistica computazionale, site merchandiser, manager della supply chain, vendor manager, personale dei centri di distribuzione e di assistenza clienti).