© ROSLAN RAHMAN/AFP/Getty Images

Deboli, ma positivi. Sono i segnali di quella che potrebbe essere una timida ripresa delle prospettive di assunzione nei prossimi tre mesi. A dirlo sono le previsioni di uno studio sull’occupazione condotto da ManpowerGroup su un campione di mille e uno datori di lavoratori italiani. Gli intervistati riferiscono intenzioni di assunzione basse, ma in leggero miglioramento per il quarto trimestre di quest’anno: il 4% intende incrementare il proprio organico, il 10% al contrario prevede un calo nelle assunzioni, mentre per il 78% la situazione rimarrà invariata.

Alla luce di questi dati l’indagine della società di workforce solutions prospetta un -3% per la previsione sull’occupazione. Il dato tuttavia, pur restando negativo, registra un +5% rispetto allo scorso trimestre e una crescita dell’11% rispetto all’anno precedente.

Rispetto all’anno scorso per8 settori industriali su 10leprospettive di assunzione sono in crescita: i segnali più forti arrivano dal settore pubblico con +18% e da quello delle comunicazioni con +15%. Seguono poi il manifatturiero con il +12% e il comparto alberghiero e ristorazione con +11%. Peggiore è la situazione nei settori dell’elettricità, gas e acqua ed edilizia dove le intenzioni di assunzione arrivano a -19%e -10%.

Nel confronto tra Nord, Sud e Isole e Centro, in generale i dati dei piani occupazionali prevedono tagli di personale per il prossimo trimestre, tuttavia la situazione cambia da area ad area: nel Meridione i datori di lavoro manifestano prospettive di assunzione deboli, e la previsione netta sull’occupazione si attesta al -10%. Al Centro va relativamente meglio con previsioni al -3%, mentre nel Settentrione le intenzioni si attestano al -2% al nord-est e al -1% per il nord ovest.

Nel confronto con lo scorso trimestre, in 3 regioni su 4 i piani di assunzione sono in miglioramento: al Nord-Ovest con +6%, +4% al Centro e +3% al Nord-Est, invece per Meridione e Isole i dati delle previsioni restano uguali.

Anche in base alle dimensioni aziendali le prospettive di assunzione cambiano: i datori di lavoro della categoria “grandi aziende” (dai 250 dipendenti in su) e delle “medie aziende” (tra i 50-249 dipendenti) hanno intenzione di assumere personale tra ottobre e dicembre, manifestando una previsione netta sull’occupazione rispettivamente del +10% e del +3%. Infine lo studio di Manpower stima un calo dell’ organico nelle piccole imprese (da 10 a 49 dipendenti) e nelle micro imprese (meno di 10 dipendenti) con una previsione del -4%.

Ecco l'infografica delle previsioni sull'occupazione realizzata da Manpower Group: