Sono ormai settimane che nella Rete circola la notizia di una possibile fusione tra Asus e Acer, i due brand taiwanesi che operano nell’ambito dell’IT. Dopo l’acquisizione di Nokia da parte di Microsoft e la vendita di Blackberry a un fondo, ecco le indiscrezioni su un nuovo scossone nel mercato tecnologico mondiale con il comparto Pc in forte crisi e che sta attraversando un periodo di profondo cambiamento. A confermare la tesi di una possibile fusione sono state riportate le dichiarazioni di Johnny Shih, presidente di Asus che, rispondendo a una domanda riguardo il possibile “matrimonio” tra le due aziende, ha detto: «Tutti coloro i quali sono coinvolti dovrebbero “mantenere una mente aperta” riguardo una simile prospettiva». Dal canto suo il fondatore di Acer, Stan Shih, ha affermato che, in materia di fusioni e acquisizioni, è una persona di larghe vedute, ma allo stesso tempo ha precisato che, come per ogni grande operazione di questa portata, ci deve essere il massimo beneficio per tutte le parti interessate.