Edoardo Garrone

Edoardo Garrone con i tifosi della Sampdoria (© Getty Images)

A sorpresa la Sampdoria, club di Genova che milita nel campionato di Serie A, cambia proprietà. L’indiscrezione, confermata da più fonti, sarà ufficializzata nel pomeriggio di giovedì 12 giugno: l’attuale patron Edoardo Garrone ha ceduto la società a Massimo Ferrero, un imprenditore romano ben noto nel mondo del cinema.
Annunciata da Il Secolo XIX, la notizia è stata praticamente confermata anche dall’ex presidente della Samp Edoardo Mantovani che, sul suo profilo Twitter (vedi sotto) ha dato il benvenuto a Ferrero.
Sessantadue anni, nato a Roma, Ferrero – come riportato dla quotidiano ligure – è un imprenditore cinematografico. Nel 1994 inizia la sua attività di produttore indipendente, ma è solo negli ultimi anni che ha fatto il grande salto, acquistando 60 sale cinematografiche dal gruppo Cecchi Gori, fondando il Ferrero Cinemas Group. Tra i tanti film prodotti da Ferrero spiccano molte commedie all'italiana degli anni Sessanta, diversi film di Tinto Brass e numerose pellicole del cinema italiano degli ultimi anni. Il modello calcistico a cui si ispira è quello del collega Aurelio De Laurentiis: buoni risultati sul campo con bilanci in attivo.

L'ufficialità. Nel corso della conferenza stampa Edoardo Garrone ha sottolineato l’impegno della famiglia negli ultimi 12 anni a risanare un “buco enorme” della società, lasciato dalla gestione precedente; l’obiettivo dei Garrone, ovvero “mettere in sicurezza la Samp e trovare una buona soluzione per passare la mano” è stato raggiunto. “Sono arrivate sette proposte in questi anni – ha aggiunto Garrone – ma nessun investitore si è rivelato affidabile. Una volta dissi che se un imprenditore affidabile era intenzionato, avrei accettato. È successo poco fa, con una persona seria e credibile che mi ha assicurato che farà bene”.