Se si esclude l’eloquente "siamo fiduciosi di chiudere la trattativa nel 2015", non ci sono conferme ufficiali da parte di Lavazza in merito all’indiscrezione riportata da Les Echos . Eppure, per il giornale francese l’acquisizione dei marchi L’Or e Grand’Mère da parte di dell'azienda italiana sarebbe cosa fatta. Lavazza starebbe quindi per dare vita a uno dei più grandi colossi mondiali del caffè: insieme, L’Or e Grand’Mère rappresentano il 60% del mercato francese e proprio per questo sono stati messi in vendita Oltralpe dall’Antitrust, in seguito alla fusione dei due brand leader nel comparto francese, ossia Mondelez e Demb. Tra le offerte presentate per L’Or e Grand’Mère c’erano anche quelle di Segafredo, dell’israeliana Strauss Group e della giapponese Ucc. Ma il rush finale ha visto confrontarsi solo tre contendenti: i fondi inglesi Bc Partners e Cinven e, per l’appunto, Lavazza, che nell’operazione è stata seguita da Jp Morgan. Stando ai rumors, l’offerta economica presentata da Lavazza, attualmente al vaglio della Commissione Europea, sarebbe di 600 milioni di euro: 10 volte l’Ebitda (pari a 55 milioni) dei due brand, il cui giro di affari ammonta a 300 milioni l’anno circa.