I titoli dei più importanti telegiornali italiani andati in onda in prima serata, un modo per farvi capire cosa è (o non è) importante per un telegiornale.

Il confronto . La crisi in Ucraina, con l'occupazione delle truppe russe in Crimea, preoccupa sempre di più la politica estera e i mercati finanziari. Non è una sorpresa, quindi, che la maggior parte dei telegiornali italiani dedichino a questo argomento il primo titolo della serata. Ma accanto a queste notizie, c'è anche l'Oscar assegnato come Miglior film straniero a La grande bellezza, scelto come notizia più importante del giorno dal Tg Mediaset (società che ha coprodotto il film di Paolo Sorrentino). Sempre in chiave Oscar da segnalare la diversa lettura che il Tg La7 , a differenza degli altri Tg delle 20, da al premio: in copertina il direttore Enrico Mentana parla dei successo per La grande bellezza e dei dati economici negativi sull'Italia come due facce della stessa medaglia. E a proposito di dati economici negativi sul Paese: il Tg1 non dedica né un titolo al debito pubblico da record né al calo dei consumi. In dettaglio tutti i titoli dei telegiornali di lunedì sera:

La società vista dai telegiornali di un anno fa - Le edizioni del 3 marzo 2013

Le edizioni precedenti

TG1 Rai
1. Cronaca estera. La crisi in Ucraina, la Crimea e il sud-est del Paese in mano ai filorussi; paura per un ultimatum di Mosca alle forze ucraine, poi smentito.
2. Politica estera. L’Unione europea chiede l’immediato ritiro delle truppe russe. L’Italia: “Stop ai lavoratori preparatori del G8”. Colloquio Renzi-Napolitano.
3. Cinema. “Splendide vittorie per l’Italia”, così il capo dello Stato per La grande bellezza di Sorrentino, Oscar Miglior film straniero.
4. Cronaca interna. L’Italia che si sbriciola: ancora un crollo a Pompei, domani vertice al ministero; a Volterra cede un altro sperone delle mura.
5. Giustizia. No Tav, Grillo condannato a quattro mesi per aver violato i sigilli di una baita in Val Susa. Caso Maugeri: Formigoni a processo.
6. Giustizia. Oscar Pistorius alla sbarra: nel primo giorno del processo continua a dichiararsi innocente, ma un testimone accusa “urla prima degli spari”.
7. Televisione. E fra poco su Raiuno la prima puntata della fiction Il giudice meschino con Luca Zingaretti nel ruolo di un magistrato indolente che, dopo l’uccisione di un suo collega amico, si getta a capofitto nel lavoro.

TG5 – Mediaset
1. Cinema/Televisione. La grande bellezza trionfa agli Oscar, esplode la gioia di Paolo Sorrentino e Toni Servillo. Pier Silvio Berlusconi: “Un grande riconoscimento per il nostro cinema e per il Paese”. Domani sera il film Mediaset in prima serata e in esclusiva su Canale 5.
2. Cronaca/Politica estera. Giallo su un ultimatum russo alla Crimea; Mosca smentisce, Kiev: “Non cederemo mai”. La Merkel accusa Putin: “Perso il contatto con la realtà”. Vertice europeo: “La Russia ritiri subito le truppe”.
3. Finanza/Economia. I venti di guerra in Crimea fanno tremare i mercati: crolla Mosca, Piazza Affari perde il 3%. Nuovo record negativo del debito pubblico: nel 2013 ha raggiunto il 132,6%, mai così male dal 1990.
4. Politica interna. Il caso Gentile scuote la maggioranza: il sottosegretario si è appena dimesso con una lunga lettera a Renzi. Forti malumori nel Pd, alle prese con un altro segretario: Francesca Barracciu, indagata in Sardegna per una nota spese.
5. Economia. Cibo, medicine, abiti: nel 2013 le famiglie costrette a tagliare su tutto. L’Istat rivela: una spending review totale, che si ferma soltanto davanti alle uscite obbligate come affitti e bollette.
6. Televisione. Al via stasera la 13esima edizione del Grande Fratello, la prima interattiva, anche su tablet e smartphone. Alla guida, per l’ottavo anno consecutivo, Alessia Marcuzzi.

TG LA7 Cairo Communication
1. Cronaca estera. Schermaglie, guerra di nervi tra Russia e Ucraina: ultimatum prima apparentemente lanciato e poi smentito dalla flotta della Marina militare di Mosca. La minaccia di un’azione di forza rimane, però, concreta; tutta la penisola di Crimea è di fatto nelle mani delle forze filo-russe e l’occupazione rischia di allargarsi all’Ucraina orientale.
2. Politica estera. La diplomazia europea prende tempo sulle possibili sanzioni nei confronti della Russia; colloqui frenetici, telefonici, Merkel-Putin e Putin-Obama. Domani il segretario di Stato americano Kerry a Kiev, mentre la commissaria dell’Unione europea Ashton, per la politica estera, incontra l’omologo russo Lavrov a Madrid. Toccherà al vertice dell’Unione europea, convocato in via straordinaria a Bruxelles giovedì, prendere le prime decisioni; c’è chi pensa di boicottare il G8 di Sochi, ma non è la linea dell’Italia.
3. Finanza. I venti di guerra tra Russia e Ucraina trascinano al ribasso tutti i mercati del mondo: in Europa Francoforte perde il 3,5, male anche Piazza Affari, che chiude in rosso del 3,34%, Mosca va giù addirittura del 10%; penalizzati soprattutto i settori bancari in tutta Europa, perché gli istituti di credito sono i più esposti con l’Ucraina per un totale di oltre 20 miliardi di dollari.
4. Cinema/Economia. Nel giorno in cui l’Italia torna a vincere un Oscar, 15 anni dopo Benigni, con La grande bellezza di Sorrentino, i dati economici dell’Istat dimostrano l’altra faccia del Paese: il Prodotto interno lordo è calato nel 2013 dell’1,9%, più di quanto aveva stimato il governo; siamo a un livello complessivo di ricchezza più basso che nel 2000. Dopo la disoccupazione, anche il debito tocca il record storico, al 132,6%.
5. Politica interna. Si è dimesso, quindi, poco fa Antonio Gentile, sottosegretario alle Infrastrutture che, come si sa, era stato accusato di avere esercitato pressioni perché non venisse pubblicato un articolo, un’inchiesta che parlava del figlio, sotto indagine per una vicenda sanitaria.
6. Politica interna. Sondaggio del centrosinistra nel nostro sondaggio del lunedì grazie all’effetto, che potremmo chiamare “Renzi”. Il Pd sale dello 0,8%, al 30,6%; la coalizione di centrosinistra tocca il 36, mentre il centrodestra scende al 35,1. Perde mezzo punto il Movimento 5 Stelle, al 23,1; cresce di due punti la fiducia nel premier, al 42%.
SKY TG24 Sky Italia
1. Cronaca estera. La flotta russa smentisce l’ultimatum a Kiev: “Nessun piano d’attacco”. Per la Duma ancora non serve un intervento armato.
2. Cronaca estera. Putin, intanto, compare in Tv mentre visita le truppe russe impegnate in un’esercitazione al confine con l’Ucraina.
3. Politica estera. Washington minaccia sanzioni, Kerry parte per l’Ucraina, la Merkel chiama Obama: “Berlino fuori dalla realtà”, dice.
4. Politica interna/Finanza. Bisogna mantenere la via del dialogo, dice il ministro Mogherini, che domani riferirà in Parlamento. Crollano, intanto, i mercati azionari.
5. Politica interna. Gentile sempre più isolato: si dimette da sottosegretario ai Trasporti. Intanto a rischio l’accordo sulla legge elettorale.
6. Giustizia. Violò i sigilli di un cantiere della Tav, Beppe Grillo condannato a quattro mesi. “Non mi arrendo”, scrive sul blog.
7. Economia. Da record il rapporto debito-Pil 2013: calano i consumi. “Per chi ha fatto le riforme il peggio è passato”.
8. Cinema. La grande bellezza è da Oscar, Sorrentino confessa sul palco: “Temevo di rimanere paralizzato dall’emozione”.