I titoli dei più importanti telegiornali italiani andati in onda in prima serata, un modo per farvi capire cosa è (o non è) importante per un telegiornale.

Il confronto . Come sottolineato dal Tg5 , la notizia della decadenza di Silvio Berlusconi da senatore fa il giro del mondo in pochi minuti e, inevitabilmente, è l’argomento del giorno - se non l’unico argomento - per i telegiornali delle 20 di mercoledì 27 novembre. Da segnalare, infatti, la scelta di Tg5 e Sky Tg24 , che dedicano - anche se in modo completamente diverso - la copertina a questa notizia. In dettaglio tutti i titoli dei telegiornali di mercoledì sera:

La società vista dai telegiornali di un anno fa - Le edizioni del 27 novembre 2012

Le edizioni precedenti

TG1 Rai
1. Politica interna. Silvio Berlusconi non è più senatore della Repubblica, Palazzo Madama dice sì al voto palese sulla sua decadenza. Tensione in Aula.
2. Politica interna. “E’ un giorno di lutto per la democrazia”, dice il Cavaliere, “ma io resto in campo. Nemmeno Grillo e Renzi sono parlamentari”.
3. Politica interna. Epifani: “Chi grida al golpe sceglie la strada dell’avventura”. Alfano: “Pd non ha alibi, riforma della giustizia”. Grillo: “Ora tocca agli altri”.
4. Politica interna. Letta: “Il governo è più forte, avanti con le riforme. Niente rimpasto, aspetto le dimissioni dei sottosegretari di Forza Italia”.
5. Politica interna/Economia. Il governo approva il decreto che cancella la seconda rata dell’Imu, via libera alla rivalutazione delle quote della Banca d’Italia.
6. Cronaca interna. L’alluvione in Sardegna, al Tg1 una perizia del 2005 segnalava i rischi della zona. Temperature giù, neve sulle regioni adriatiche.
7. Cronaca. Smontata la chiesa di Montegiordano, in Calabria: doveva essere ricostruita ed esposta dall’artista Vezzoli al Moma di New York come opera d’arte, ma la Sovrintendenza ha bloccato il progetto e fatto sequestrare i ruderi.

TG5Mediaset
Politica interna/Cronaca. Alle 17.43 il Senato vota la decadenza di Silvio Berlusconi da parlamentare, dopo una seduta ad alta tensione. Pochi minuti prima Berlusconi aveva parlato a migliaia di sostenitori di Forza Italia: “Oggi è un giorno amaro, un giorno di lutto per la democrazia”, ha detto Berlusconi, “ma noi siamo qui e restermo qui. Dobbiamo restare in campo. Difenderò la democrazia anche fuori dal Parlamento. La sentenza della Cassazione sarà ribaltata e sarò assolto. Io non mollo, andiamo avanti per cambiare davvero l’Italia. Non tradiremo mai i nostri elettori”. In pochi minuti la notizia della decadenza di Berlusconi fa il giro del mondo e diventa l’apertura di tutti i siti d’informazione.

TG LA7 Cairo Communication
1. Politica interna. Berlusconi decaduto da senatore. Dopo un lungo dibattito e una vera e propria battaglia procedurale, il Senato ha votato la decadenza del Cavaliere, che così non è più parlamentare dopo 19 anni e mezzo. L’annuncio dal presidente Grasso, dopo che l’Aula aveva respinto a maggioranza tutti i no degli ordini del giorno in dissenso proprio alla decadenza.
2. Politica interna. Mentre al Senato era in corso il dibattito sulla sua sorte, il Cavaliere parlava ai suoi sostenitori raccolti davanti a Palazzo Grazioli: “è un giorno di lutto per la democrazia”, ha detto, tra l’altro, Berlusconi, che ha attaccato con durezza la magistratura e anche il Partito democratico. “Ma non hanno vinto la partita”, ha concluso. “Continuerò a combattere per la libertà e vi do appuntamento al primo giorno della prossima campagna elettorale.
3. Politica interna. “Ora la legge è più uguale per tutti”, è il commento più gettonato degli esponenti di Pd e Movimento 5 Stelle; per Epifani “è stato ripristinato lo Stato di diritto”, Alfano convoca la conferenza stampa e dice, invece: “Oggi è una brutta pagina per la politica”. Sentiremo anche il commento di due giornalisti che la pensano in modo notoriamente diverso: Belpietro e Padellara.
4. Politica interna. Il governo, senza più il sostegno di Forza Italia, incassa comunque la fiducia al Senato sulla legge di Stabilità, che sarà di 15 miliardi, due e mezzo in più del previsto; cancella la seconda rata dell’Imu sulle prime case e sui terreni agricoli, la copertura necessaria peserà sulle banche. Letta, dopo il voto a Palazzo Madama, mostra ottimismo: “Ora il governo è più forte e userò questa forza per accelerare le riforme”.
5. Politica estera/Finanza. A due mesi dalla vittoria dei conservatori di Angela Merkel alle elezioni politiche, in Germania arriva l’intesa con i socialdemocratici per un governo di larghe intese. Decisive alcune concessioni fatte dalla cancelliera, a cominciare da quella sul salario minimo. Le Borse in tutta Europa gradiscono e guadagnano: Milano lo 0,80%.

SKY TG24 Sky Italia
La copertina di Sky Tg24 è dedicata alle parole del presidente del Senato, Pietro Grasso, che dichiara ufficialmente la decadenza da senatore di Silvio Berlusconi; seguono le dichiarazioni dalla manifestazione di Roma del Cavaliere.
“Si intendono pertanto approvate le conclusioni della giunta delle Elezioni dell’immunità parlamentari, nel senso di dichiarare la mancata convalida dell’elezione del senatore Silvio Berlusconi, proclamato nella Regione Molise”.
“Anche da non parlamentare si può continuare a battersi, a combattere per la nostra libertà”.