I titoli dei più importanti telegiornali italiani andati in onda in prima serata, un modo per farvi capire cosa è (o non è) importante per un telegiornale.

Il confronto . L’infedeltà del presidente francese François Hollande divide i telegiornali italiani di martedì 14 gennaio. In primas serata, infatti, solo il Tg La7 non dedica l’apertura alla conferenza stampa in cui l’inquilino dell’Eliseo glissa sulle sue vicende di vita privata, sottolineando il poco interesse per la vicenda relegando l’argomento in chiusura di copertina. Per il telegiornale diretto da Enrico Mentana l’attenzione è soprattutto sulla scontro sulle riforme tra Pd e nuovo centrodestra, argomento trattato nei titoli anche dal Tg1 , ma non da Sky Tg24 e Tg5 , che non dedica nessun titolo alla politica.
Da segnalare, infine, il poco interesse per i dati sull’inflazione e debito pubblico da parte di Tg1 e Sky Tg24: i 2.100 miliardi raggiunti dal debito italiano e il calo dell’inflazione all’1,2% trova spazio solo nei titoli di Tg5 e Tg La7 . In dettaglio tutti i titoli dei telegiornali di martedì sera:

La società vista dai telegiornali di un anno fa - Le edizioni del 14 gennaio 2013

Le edizioni precedenti

TG1 Rai
1. Cronaca estera. Conferenza stampa di Hollande, le prime parole del presidente sulla sua infedeltà: “Questione privata, un momento doloroso”.
2. Politica interna. Renzi sfida Alfano su unioni civili e Ius soli; sul caso De Girolamo dice: “Da Josefa Idem un altro stile”. Il ministro Quagliariello al Tg1.
3. Politica interna. Elezioni in Forza Italia, Berlusconi frena sul coordinatore unico, ma sì a risorse nuove. Lega contro Kyenge, la replica: “Padania chi?”.
4. Cronaca interna. Terra dei fuochi, il governo manda l’esercito. Nuova discarica nel Casertano; al via lo screening sulla salute negli abitanti.
5. Cronaca interna. Spese pazze in Sicilia: 83 indagati, tra cui il Pd Faraone. Liguria: arresti domiciliari per l’ex vicepresidente dell’Idv.
6. Cronaca estera. Egitto, il Paese vota il referendum sulla Costituzione Laica voluta dall’esercito; in rivolta i sostenitori di Morsi, dieci i morti.
7. Cinema. Il film sulla memoria per ricordare la Shoah, si intitola Anita B. , diretto da Roberto Faenza, esce al cinema venerdì: storia di un’adolescente inglese sopravvissuta ad Auschwitz. Nel cast Andrea Osvárt e Moni Ovadia.

TG5 Mediaset
1. Cronaca estera. Davanti a 600 giornalisti Hollande liquida in poche battute la sua vicenda personale: “Momenti dolorosi - dice - ma gli affari privati si trattano in privato. Indignato per la violazione della privacy”.
2. Economia. L’inflazione crolla all’1,2%, mai così bassa da quattro anni. Il debito pubblico sfonda quota 2.100 miliardi. Barroso avverte: “Recessione alle spalle, ma la crisi non è finita, servono riforme”.
3. Cronaca interna. Ottantatre deputati o ex deputati dell’Assemblea regionale siciliana accusati di peculato in un’inchiesta sui rimborsi facili. Indagato anche Davide Faraone, responsabile del welfare nella nuova segreteria del Pd.
4. Cronaca interna. Intrecci eccellenti, arresti rinviati, fascicoli rubati in tribunale forse grazie all’aiuto di una talpa in Procura: sconcertanti retroscena nell’inchiesta sul traffico di rifiuti nel Lazio. Domani primi interrogatori.
5. Cronaca interna. Assalto con fucili a canne mozze in un fast-food di Torino; mazze di ferro a Roma, sciabole a Bologna: rapinatori armati fino ai denti e in tutti i modi, quasi sempre traditi dalle telecamere.
6. Cronaca interna. Tornano pioggia e neve anche a bassa quota e al Centro-Nord, frana dopo una bomba d’acqua a Massa, due paesi isolati. Nelle prossime ore il maltempo raggiungerà anche il Sud.
7. Cinema. Sotto una buona stella il nuovo film di Carlo Verdone con Paola Cortellesi; si ride e si riflette sul rapporto padri-figli. Sul successo de La grande bellezza dice: “Orgogliosi di rappresentare l’Italia sulla scena internazionale”.

TG LA7 Cairo Communication
1. Politica interna. Dopo le motivazioni della Corte costituzionale sulla bocciatura del porcellum, è scontro tra Renzi e Alfano: il nuovo centrodestra rilancia il nuovo turno, modello sindaci e insiste nel mantenere il Senato, anche se ridotto nei numeri; il segretario Pd respinge al mittente la proposta e parla di clamoroso passo indietro proprio sul Senato, che vuole abolire. “Se non hanno intenzione di fare le riforme - attacca Renzi - lo dicano subito”.
2. Politica interna. E al centro c’è anche il caso De Girolamo. Renzi, su Twitter, prundente: “Tocca al premier Letta decidere il destino dei ministri - ma poi cita il caso della Idem - Lei si è dimessa, con uno stile ben diverso. La ministra spieghi in Parlamento. Su quel che dirà il Pd deciderà”. Il Pd presenta, intanto, un’iniziativa parlamentare sul caso: l’udienza del riesame sulle mazzette nella Asl di Benevento, nuovi atti e le registrazioni abusive sulla ministra, che nel frattempo dà mandato agli avvocati, “violata la mia privacy”.
3. Politica interna. Sul nuovo coordinatore di Forza Italia Berlusconi temporeggia per mediare con la vecchia guardia: “Mai pensato una persona sola al comando”, dice di fronte ai malumori dei generali, li invita ad accogliere senza timori l’ascesa di Toti, direttore Mediaset designato ai vertici del partito. “Valorizzerà tutti ma apriamo le porte alle risorse nuove”, dice il Cavaliere. Fitto avverte: “Nulla contro Toti, ma è un errore mortificare un intero gruppo dirigente”.
4. Politica interna. Qui Cécile Kyenge, è il titolo della nuova rubrica inserita da oggi sul quotidiano leghista La Padania, in cui viene pubblicato l’elenco degli impegni pubblici settimanali della ministra per l’Integrazione; il Pd commenta: “Decisione grave, ai limiti dell’intimidazione”. Mentre la ministra, a chi le chiede un commento, risponde: “Padania chi?”
5. Cronaca interna. Soldi pubblici e spese private, dalla Liguria alla Sicilia, dove la Procura di Palermo ha indagato 83 deputati regionali per uso illecito dei fondi destinati ai gruppi parlamentari; tra di loro anche Davide Faraone, appena nominato da Renzi responsabile welfare del Pd. Finisce, invece, agli arresti domiciliari l’ex vicepresidente della giunta regionale ligure, il dipietrista Nicolò Scialfa: insieme ad altri tre consiglieri del suo gruppo, avrebbe sottratto tra il 2010 e il 2012 170 mila euro dal conto del gruppo dell’Italia dei Valori.
6. Economia. Il debito pubblico dell’Italia segna un nuovo record: 2.104 miliardi, 115 in più da gennaio a novembre 2013; ma con il dato di dicembre, grazie all’avanzo di bilancio previsto e i minori interessi, la cifra comprensiva sarebbe destinata a ridimensionarsi. Sempre in calo l’inflazione che, secondo l’Istat, è crollata all’1,2%, dato minimo dal 2009.
7. Cronaca estera. Hollande, presidente francese, in conferenza stampa, con abilità e freddezza, non risponde alle domande sulla sua vita privata, ma parla di “momento doloroso”, e dice che darà una risposta sul ruolo della première dame prima del suo viaggio negli Stati Uniti, l’11 di febbraio.

SKY TG24 Sky Italia
1. Cronaca estera. Hollande evita le scuse sulla sua fuga d’amore: “E’ un doloroso, rispettate la mia privacy”, dice all’Eliseo.
2. Politica interna. Renzi glissa sul rimpasto, Berlusconi boccia il coordinatore unico; e sulle riforme elettorali i grillini lanciano il Web referendum.
3. Politica interna. De Girolamo nella bufera, sale il pressing dei democratici; e nell’inchiesta su Fonsai finisce una telefonata di Alfano con Ligresti junior.
4. Politica interna.La Padania chi?”, Kyenge replica ironica alla decisione del giornale di pubblicare i suoi appuntamenti, ma il Pd parla di “intimidazione”.
5. Economia. Marchionne risponde da Detroit alle accuse di Landini sui mancati investimenti in Italia: “E’ falso, spendiamo miliardi da anni”.
6. Giustizia. Molestò quattro bimbi in parrocchia, arrestato un catechista a Milano. L’uomo è agli arresti domiciliari con il braccialetto elettronico.
7. Cronaca estera. Sangue sul referendum costituzionale in Egitto: scontri tra polizia e sostenitori di Morsi, 11 morti in tutto il Paese.
8. Sport. “Non potevo dire no a Berlusconi”. Arriva la conferma dal Brasile: Seedorf smette di giocare e allenerà il Milan.