I titoli dei più importanti telegiornali italiani andati in onda in prima serata, un modo per farvi capire cosa è (o non è) importante per un telegiornale.

Il confronto . Con una media superiore a due titoli per telegiornale, è senza dubbio la decadenza di Silvio Berlusconi da senatore l’argomento principale per i Tg italiani di mercoledì 30 ottobre. Alle 20 la decisione del voto palese per decidere le sorti politiche del Cavaliere compare in apertura di tutti i telegiornali, seguita dal botta e risposta dei partiti.
Appena accennata la legge di Stabilità, mentre l’economia resta un argomento di poco appeal per i media italiani, che preferiscono puntare sulle ipotetiche intercettazioni americane (datagate). Da segnalare il bilancio 2013 dell’industria italiana segnalato dal Tg La7 e la notizia di chiusura del Tg1 : un nuovo smartphone ideato dall’attore Ashton Kutcher. In dettaglio tutti i titoli dei telegiornali di mercoledì sera:

La società vista dai telegiornali di un anno fa -Le edizioni del 30 ottobre 2012

Le edizioni precedenti

TG1 Rai
1. Politica interna/Giustizia. Decadenza di Berlusconi, in aula al Senato sarà voto palese: in giunta finisce sette a sei; decisiva Lanzillotta di Scelta Civica.
2. Politica interna. L’ira di Berlusconi, Alfano: “Sopruso contro un principio di civiltà, ora sarà battaglia in Parlamento per la democrazia”.
3. Politica interna. Epifani: “Basta polemiche, legge uguale per tutti. La Severino va applicata”. 5 Stelle: “Voto palese nostra vittoria”.
4. Politica interna. Saccomanni: “Su legge di Stabilità critiche marginali, in tre anni 16,5 miliardi di sgravi fiscali”. Visco: “Avanti con le riforme”.
5. Giustizia. Ilva, chiusa l’inchiesta sul disastro ambientale: 53 indagati, tra cui Vendola che replica: “Mai stato al soldo dei Riva”.
6. Politica estera. Le rivelazioni del datagate: anche Bergoglio intercettato sino alle soglie del Conclave. Padre Lombardi: “Non ci risulta”.
7. Cinema. Ashton Kutcher, protagonista del film sulla vita di Steve Jobs, progetterà smartphone: assunto da un’azienda cinese per ideare un nuovo modello. “Ci piace rischiare”, dice l’attore.

TG5Mediaset
1. Politica interna/Giustizia. La giunta per il Regolamento decide con sette sì e sei no per il voto palese sulla decadenza di Silvio Berlusconi; insorge il Pdl: “Pagina buia per la democrazia e l’Italia, violate le regole europee”. Il Pd chiede di anticipare il voto.
2. Politica interna. E dopo il voto della giunta, scintille tra i partiti; Alfano: “Violato il principio di civiltà che regola il voto sulle singole persone. Battaglia in Parlamento per ripristinare il diritto alla democrazia”.
3. Politica interna. Dopo Letta, anche Finocchiaro insiste: “Le vicende del governo e di Berlusconi restino separate.
4. Giustizia. Indagini chiuse sul disastro ambientale dell’Ilva: 53 indagati, tra cui il governatore pugliese Vendola, che nega ogni responsabilità, e il sindaco di Taranto Stefano.
5. Attualità. Le adolescenti che si prostituivano, la banda della scuola milanese a Quarto Oggiaro, la sofferenza interiore del ragazzo gay suicida: le cifre di un diffuso disagio giovanile. La psicologa: “Aiutare le famiglie; scuola e società si assumano le responsabilità”. Michela Brambilla: “No ai tagli ai fondi per l’infanzia e adolescenza”.
6. Cronaca interna. Fotografa da migliaia di metri barconi e gommoni di migranti verso le nostre coste, poi invia le immagini a terra: è Predator, il velivolo dell’aeronautica usato nelle operazioni di controllo del Canale di Sicilia.
7. Cinema. A vent’anni dalla morte di Federico Fellini il ricordo del maestro del cinema con le scene e i personaggi che hanno reso memorabili i suoi film.

TG LA7Cairo Communication
1. Politica interna/Giustizia. Sarà a scrutinio palese il voto del Senato sulla decadenza di Berlusconi, lo ha deciso la maggioranza: sette a sei la giunta per il Regolamento di Palazzo Madama. Il voto finale dovrebbe arrivare entro il mese di novembre. Il Cavaliere, furioso, ha subito annullato un incontro con i ministri del Pdl.
2. Politica interna. Durissime le reazioni del centrodestra, che definiscono la decisione di oggi una “pagina buia, che avrà conseguenze”, Alfano parla di “sopruso”, annuncia battaglia in Parlamento; Letta, preoccupato, vede lo stesso segretario del Pdl, e suo vice premier, e i capigruppo Brunetta e Schifani. Epifani chiede che si abbassino i toni: “Si applichi la legge Severino”. Esultano i 5 Stelle: “E’ una nostra vittoria”.
3. Politica interna. Nella corsa alla segreteria del Pd mossa di Civati, che sfida gli altri candidati a dire la loro sull’idea di approvare rapidamente la nuova legge elettorale per poter già andare a primavera a nuove elezioni, chiudendo così l’esperienza delle larghe intese.
4. Giustizia. C’è anche il presidente della Regione Puglia tra i 53 indagati nella chiusura dell’inchiesta per disastro ambientale a carico dell’Ilva di Taranto. L’accusa è concussione: sarebbe intervenuto sull’agenzia che effettuava i controlli sull’inquinamento per ‘ammorbidire’ quei controlli. Il leader di Sel replica: “Mai stato a busta paga della famiglia Riva”.
5. Economia. Nel 2013 l’industria italiana perderà, alla fine, il 3,5% di fatturato. Aspettando la ripresa, che tutti dicono stia per arrivare ma che ancora non si vede, questo significa ristrutturazioni, cessazioni, licenziamenti e chiusure, soprattutto di aziende; ultima la Buildtech della famiglia Marcegaglia, proprio a Taranto, ieri. Solo tra settembre e ottobre oltre 5 mila posti a rischio.
6. Politica estera. Ancora sviluppi clamorosi per lo scandalo datagate: le intercettazioni della National security agency americana avrebbero riguardato anche il Vaticano e l’allora cardinale Bergoglio, fino alla soglia del Conclave. Ci sono voci, che Washington smentisce, che ci siano sotto controllo anche Google e Yahoo!.

SKY TG24Sky Italia
1. Politica interna/Giustizia. La giunta per le elezioni ha deciso: voto palese al Senato sulla decadenza di Berlusconi. Decisiva la posizione di Scelta Civica.
2. Politica interna. Berlusconi riunisce i falchi; per Alfano la scelta della giunta è un sopruso; “è la legge”, replica il Pd. Esultano i 5 Stelle.
3. Economia. Saccomanni ribadisce: “Ripresa dal prossimo anno”. E Napolitano incalza le banche: “Servono più finanziamenti alle imprese”.
4. Cronaca/Politica interna. Dal sushi ai bagni pubblici, tutte le spese pazze dei consiglieri; inchiesta in 16 Regioni, tra cui Liguria ed Emilia Romagna.
5. Politica estera. Il datagate tocca il Vaticano: Bergoglio sarebbe stato intercettato fino al Conclave. Padre Lombardi chiarisce: “Non ci risulta”.
6. Giustizia. Processo Meredith, sull’arma del delitto il Ris trova solo Dna di Amanda; sulla colpevolezza della ragazza sorgono nuovi dubbi.
7. Cronaca interna. In manette la circe del casertano che adescava e narcotizzava uomini soli; una vittima è morta sotto gli effetti della droga.
8. Sport. Serie A: stasera big match Fiorentina-Napoli, la Juve affronta il Catania, panchine bollenti in Milan-Lazio; domani la Roma.