I titoli dei più importanti telegiornali italiani andati in onda in prima serata, un modo per farvi capire cosa è (o non è) importante per un telegiornale .

Il confronto . L’intervento di Matteo Renzi alla Leopolda di Firenze è l’argomento principale di domenica 27 ottobre 2013; almeno secondo i quattro principali telegiornali italiani che, alle 20, dedicano l’apertura alla candidatura del sindaco alla segreteria del Pd.
Apertura a parte, dal confronto dei quattro telegiornali di prima serata emerge una netta divergenza editoriale tra il Tg La7 e gli altri Tg delle 20 (Tg1 , Tg5 e Sky Tg24 ): da una parte solo politica, dall’altra attenzione anche alla cronaca e allo sport (non si dà notizia solo dei risultati di Serie A, ma anche del quarto successo mondiale per il pilota Sebastian Vettel in Formula 1). Da segnalare, inoltre, come solo il Tg5 non dedichi un titolo alle tensioni tra Stati Uniti e Germania sul datagate (vedi titoli in basso ): al tempo stesso, però, il telegiornale Mediaset è l’unico a dare spazio all’esito elettorale in Repubblica Ceca. In dettaglio tutti i titoli dei telegiornali di domenica sera:

La società vista dai telegiornali di due anni fa - Le edizioni del 27 ottobre 2011

Le edizioni precedenti

TG1 Rai
1. Politica interna. Renzi chiude la Leopolda di Firenze: “Mai più larghe intese, noi custodi dell’alternanza”. Ancora tensioni nel Pdl; Fitto in diretta al Tg1 .
2. Politica interna. Letta lavora a legge di Stabilità e riforme, Franceschini: “Il governo dura”. Saccomanni: “Privatizzazione possibile anche per parte della Rai”.
3. Cronaca interna. Due pregiudicati uccisi in strada a Milano, uno era il fratello dell’ex boss di Quarto Oggiaro. Un regolamento di conti, forse.
4. Cronaca interna. Roma, 21enne gay si suicida gettandosi da un palazzo; lascia una lettera: “Gli omofobi facciano i conti con la loro coscienza”.
5. Politica estera. Datagate, la stampa tedesca accusa: “Obama sapeva che l’Nsa spiava la cancelliera Merkel”. L’agenzia di spionaggio smentisce.
6. Musica. Addio a una leggenda del rock: è morto a 71 anni Lou Reed; nel maggio scorso si era sottoposto a un trapianto di fegato.
7. Sport. Calcio: nona vittoria consecutiva per la Roma, che segna il gol partita in dieci; ko del Milan a Parma. Formula 1: Vettel campione del Mondo per la quarta volta di seguito, come Fangio e Schumacher.

TG5Mediaset
1. Politica interna. Renzi chiude la kermesse a Firenze: “Mai più larghe intese - dice - Cambiamo la legge elettorale con quella dei sindaci; via il bicameralismo e le Province. Subito la riforma della giustizia.
2. Politica interna. Il governo accelera sulle privatizzazioni per tagliare il debito: non solo immobili ma anche ipotesi Eni, Fintecna e Rai che, però, assicura Saccomanni, “resterebbe pubblica”.
3. Cronaca. Oltre 100 mila persone a San Pietro per il pellegrinaggio mondiale delle famiglie; Papa Francesco: “La vera gioia viene dall’armonia, riscoprite la preghiera”. Un tweet per ringraziare i suoi 10 milioni di follower.
4. Politica estera. Dalla urne caos politico nella Repubblica Ceca: a 24 anni dalla Rivoluzione di Velluto i comunisti in Parlamento con il 15%; i socialdemocratici vincono ma non sfondano; il trionfo dei populisti.
5. Cronaca interna. Due uomini uccisi a colpi di pistola in strada, a Milano; uno è l’ex boss di Quarto Oggiaro, Emanuele Tatone, l’altro un pregiudicato.
6. Cronaca/Attualità. Incinta e con un tumore al cervello chiedeva uno speciale intervento per non mettere a rischio il bambino; in Italia troppa burocrazia: operata con successo in una clinica di Atene.
7. Sport. Nona vittoria consecutiva della Roma che, in dieci, batte l’Udinese; vincono Juve, Napoli e Fiorentina, il Milan cade a Parma. Formula 1: Vettel nella storia, incoronato per la quarta volta campione del Mondo.
8. Musica. Lutto nel cinema per la scomparsa del regista Luigi Magni; nessuno come lui narrò l’anima e la storia di Roma. E’ morto a 71 anni anche Lou Reed, una leggenda del rock.

TG LA7Cairo Communication
1. Politica interna. Matteo Renzi chiude la convention della Leopolda indicando i punti fermi della sua candidatura alla segreteria del Pd: “Mai più il governo delle larghe intese - dice - Bisogna cancellare il porcellum e avere un maggioritario perché serve un premier forte come lo sono i sindaci; e poi la riforma della giustizia”.
2. Politica interna. Nel Pdl lo scontro fra lealisti e filo-governativi è tutto concentrato sulle modifiche alla legge di stabilità e sul voto per la decadenza del Cavaliere; la resa dei conti potrebbe essere in ogni caso l’8 dicembre con il Consiglio nazionale, mentre torna l’ipotesi di una discesa in politica di Marina Berlusconi.
3. Politica interna. Umberto Bossi vuole riprendersi la guida della Lega Nord: “Al prossimo congresso mi candido alla segreteria - dice il fondatore del Carroccio, che poi chiarisce i motivi della sua scelta - Ci sono state cose che non mi sono piaciute nella Lega e poi me lo chiedono tanti sostenitori che temono la fine del nostro movimento”.
4. Politica interna/Televisione. E ha aperto subito il dibattito politico l’annuncio di una possibile cessione di quote di minoranza della Rai, ipotesi avanzata da Saccomanni nell’ambito delle privatizzazioni al vaglio del governo. Nel Pdl si parla di cessioni di rami d’azienda o di quotazioni in Borsa, mentre per il Pd la privatizzazione proprio non esiste.
5. Politica estera. Nuove rivelazioni scuotono i rapporti fra Germania e Stati Uniti: secondo un giornale tedesco il presidente Obama sapeva fin dal 2010 che il telefono della cancelliera Merkel era intercettato da agenti americani. “Spiare”, dice il governo tedesco, “è un reato da perseguire”; ma da Washington arriva la smentita: “La notiza su Obama è falsa, non era informato”.