I titoli dei più importanti telegiornali italiani andati in onda in prima serata, un modo per farvi capire cosa è (o non è) importante per un telegiornale.

Il confronto . Critiche, strigliate, sferzate: sono alcune delle parole utilizzate dai principali telegiornali italiani nel presentare l’intervento del presidente della Repubblica – appena rieletto – davanti alle due Camere riunite. L’importanza del messaggio di Giorgio Napolitano (qui il video e il testo integrale) viene riconosciuta da tutti e quattro i telegiornali delle 20 – il Tg5 dedica addirittura tutta la copertina al capo dello Stato – che dedicano ampio spazio alle reazioni, non solo a Montecitorio ma anche sui mercati (titoli su Tg1 e Sky Tg24 ). Sul Tg La7 , in particolare, la scaletta è tutta dedicata alla politica: si tiene conto anche del voto delle regionali in Friuli Venezia Giulia (titolo presente anche su Sky Tg24 ) e delle intenzioni di voto degli italiani. Solo due i titoli incentrati sulla cronaca (nera): uno sul Tg1 , l’altro in chiusura di Sky Tg24 . In dettaglio tutti i titoli dei telegiornali di lunedì sera:

La società vista dai telegiornali dello scorso anno -Le edizioni del 22 aprile 2012

Le edizioni precedenti

TG1 Rai
1. Politica interna. Napolitano giura e striglia i partiti: “Basta tatticismi e sterili proteste. Intese non sono orrore; ora governo”. Da domani rapido giro di consultazioni.
2. Politica interna. Resa dei conti nel Pd in attesa della Direzione; Renzi: “Cambiare il partito per cambiare l’Italia”. D’Alema: “Non ho affossato Prodi; assurdo candidarlo così”.
3. Politica interna. Berlusconi: “Discorso di Napolitano straordinario e ineccepibile”. Monti al Tg1 : “Grato al Presidente. Ora servono intese”.
4. Politica interna. Grillo ancora all’attacco: “La Repubblica è morta”. In Aula il dissenso dei 5 Stelle: in silenzio e senza applaudire.
5. Finanza. Reazione positiva dei mercati finanziari: lo spread tra Btp e Bund chiude a 282 punti; Borsa di Milano migliore d’Europa.
6. Cronaca interna. Si sente male dopo aver fatto un tatuaggio: morta a Milano una ragazza di 23 anni. Sospetti sul prodotto, la Procura apre un’inchiesta.
7. Televisione. E questa sera su Raiuno secondo episodio della nuova serie de Il Commissario Montalbano ; in studio con noi il protagonista Luca Zingaretti per scoprire tutti i segreti del commissario più amato della Tv.

TG5 Mediaset
1. Politica interna. Napolitano giura per il secondo mandato tra commozione e lunghi applausi, ma non fa sconti e non risparmia critiche ai partiti “sordi, sterili, irresponsabili. Imperdonabile la mancata riforma della legge elettorale. E se lo stallo continuerà – avverte – ne trarrò le conseguenze davanti al Paese. Grave non capire che alla democrazia servono intese e convergenze. Le intese non sono un orrore”, ha detto il capo dello Stato. “Ho detto sì per dare un governo al Paese”. Ai 5 Stelle chiede: “Non contrapponete la piazza al Parlamento – e conclude – Resterò in carica finché servirà e finché avrò forze”.

TG LA7 Cairo Communication
1. Politica interna. Il secondo settennato di Napolitano parte ufficialmente con il discorso di insediamento alla Camera, interrotto da molti applausi ma anche dall’ostilità del Movimento 5 Stelle. Napolitano ha sferzato, con durezza, i partiti per ciò che non hanno fatto nella precedente legislatura come aveva auspicato, soprattutto in tema di riforme e di legge elettorale. “Ora collaborate, il paese ne ha bisogno. Non è una parolaccia inciucio”.
2. Politica interna. Dall’emiciclo l’intervento di Napolitano ha raccolto il pieno di consensi di quasi tutte le forze politiche: “il miglior discorso che abbia mai ascoltato in 20 anni in quest’aula”, ha detto Berlusconi; “Napolitano ha detto quello che doveva dire con un discorso di efficacia eccezionale”, è il commento di Pier Luigi Bersani.
3. Politica interna. Unici, come detto, a non applaudire Napolitano i parlamentari 5 Stelle, presenti in Aula e in piedi davanti al nuovo capo dello Stato – che è anche il vecchio – per rispetto istituzionale, hanno ascoltato in silenzio l’intervento di Napolitano, fatta eccezione per un passaggio nel quale Napolitano ha espresso apprezzamenti per l’impegno del Movimento e il ruolo della Rete, senza però arrivare a “contrapporre la piazza e il Parlamento”.
4. Politica interna. Incassati tanti consensi, Napolitano accelera i tempi per la formazione del nuovo governo. Al via da domani mattina le consultazioni che, secondo il Quirinale, saranno “rapide ed essenziali”; vuol dire che Napolitano tiene già conto di quello che è già stato detto nel primo giro di consultazioni. Primi a salire al Colle saranno i presidenti di Camera e Senato, Boldrini e Grasso; già mercoledì pomeriggio il capo dello Stato potrebbe dare l’incarico per la formazione di quello che viene già definito un “governo di convergenza”.
5. Politica interna. E in Friuli primo test elettorale, dopo le elezioni di febbraio, con un testa a testa, quando mancano poche sezioni da scrutinare, tra Pd e Pdl, cioè tra centrosinistra e centrodestra. La candidata dei democratici, Debora Serracchiani, è avanti praticamente dello 0,4% rispetto l’avversario, Tondo.
6. Politica interna. E il nostro sondaggio dimostra che il centrodestra sarebbe virtualmente davanti, e di molto, al centrosinistra, se si votasse oggi; e, soprattutto, una coalizione di centrosinistra, pur con Sel, sarebbe superata dal solo Movimento 5 Stelle.

SKY TG24 Sky Italia
1. Politica interna. Napolitano si commuove durante il giuramento, ma poi sferza i partiti: “Basta tatticismi, sterili proteste, nessuno si autoassolva”.
2. Politica interna. Applausi al discorso: “eccezionale” per Bersani; “straordinario”, per Berlusconi; solo i grillini restano a braccia conserte.
3. Politica interna. Domani al Quirinale si aprono le consultazioni per il nuovo governo; Amato favorito nella corsa per Palazzo Chigi.
4. Finanza. Anche le Borse premiano il bis del Presidente: Piazza Affari la migliore in Europa, lo spread scende ai minimi da gennaio.
5. Politica interna. Le regionali in Friuli Venezia Giulia: Serracchiani del Pd in vantaggio, ma a Roma il partito è alla resa dei conti.
6. Cronaca interna. L’omicidio di Garlasco: in un capello trovato nella mano di Chiara Poggi si cercano nuove risposte per il delitto.