I titoli dei più importanti telegiornali italiani andati in onda in prima serata, un modo per farvi capire cosa è (o non è) importante per un telegiornale.

Il confronto . Nei titoli di Tg1 e Tg5 torna il caso dei due marò italiani trattenuti in India (causa nuovo rinvio del processo), ma sono altri argomenti a caratterizzare la serata di giovedì 11 ottobre. In apertura i quattro telegiornali delle 20 scelgono notizie completamente differenti e se Tg5 e Sky Tg24 – che aprono con la politica – restano più o meno in linea con le scelte dei giorni precedenti; a cambiare completamente rotta sono Tg1 e Tg La7 . Su Raiuno si dà la priorità all’apertura dell’Anno della Fede da parte di Papa Benedetto XVI (spesso il telegiornale della Tv di Stato è l’unico a dedicare titoli alla Santa Sede), il telegiornale di La7, più orientato alla politica, considera di primaria importanza una notizia di cronaca: un video nel quale un bambino conteso dai genitori viene trascinato a forza dalla polizia all’uscita dalla scuola (titolo presente in tutti i telegiornali).
Nessun telegiornale trascura la notizia dell’azzeramento della giunta in Lombardia (apertura di Sky Tg24 ), mentre le dichiarazioni del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, non compaiono nei titoli del Tg La7 che, insieme al Tg5 , è l’unico telegiornale che giovedì sera dedica un titolo alla decisione della Consulta: incostituzionali i tagli ai maxi stipendi di magistrati e dirigenti pubblici. In dettaglio tutti i titoli dei telegiornali di giovedì sera:

Com’era andata un anno fa?I telegiornali dell’11 ottobre 2011

Tg1 – Rai

1. Cronaca. Benedetto XVI apre l’Anno della Fede e ricorda i 50 anni dal Concilio Vaticano II. Stasera fiaccolata a San Pietro.

2. Politica interna. Lombardia: Formigoni resta, Giunta azzerata e nuovo programma. Maroni: “Era ciò che volevano”. Alfano: “Abbiamo governato bene”.

3. Politica interna. Napolitano ai presidenti di Regione: “Evitare giudizi sommari, ma no ad abusi di denaro pubblico. Necessaria revisione Costituzione”.

4. Cronaca interna. Video shock a Padova: bimbo conteso dai genitori trascinato a forza dalla polizia all’uscita dalla scuola. Le scuse di Manganelli.

5. Politica estera/Economia. Grilli a Tokyo al Fondo monetario: “Per la crescita bisogna ancora sudare”. Bce: “Da inizio crisi persi in Europa 4 milioni di posti di lavoro”.

6. Giustizia/Politica estera. I due marò da otto mesi in India, nuovo rinvio del processo. “Sono sconcertato – dice il ministro Terzi – Una decisione inaccettabile”.

7. Sport. Calcio, l’Italia domani affronterà l’Armenia nelle qualificazioni ai Mondiali del 2014. “Chiedo la massima attenzione, ci giocheremo tanto”, dice Prandelli. In dubbio Balotelli, influenzato; diretta su Rai 1 dalle 19.

Tg5 – Mediaset

1. Politica interna. “Stroncare intollerabili abusi di denaro pubblico e malcostume”, così Napolitano ai rappresentanti di Regioni e Province.

2. Politica interna. Bufera Lombardia, Formigoni: “Giunta regionale azzerata”. Nelle intercettazioni i rapporti tra le cosche e l’assessore arrestato. Scandalo Lazio: 780 mila euro del partito sui conti personali di Maruccio (Idv).

3. Giustizia. Bocciati dalla consulta i tagli decisi dal governo ai maxi stipendi di magistrati e dirigenti pubblici: “Sono incostituzionali”.

4. Cronaca interna. Shock e indignazione per il caso del bimbo prelevato con la forza davanti a scuola in seguito a un provvedimento del giudice sull’affidamento. Avviata un’inchiesta, le scuse del capo della Polizia e ancora una volta a pagare sono i minori.

5. Giustizia/Politica estera. Ennesimo rinvio all’8 novembre per il via del processo ai due marò in India. Il ministro degli esteri, Terzi: “Siamo allibiti e sconcertati”.

6. Attualità/Economia. Pagamenti elettronici, nuova frontiera degli smartphone. Intanto il Telepass estende il suo servizio anche alla Spagna.

7. Musica. È Celentano mania dopo lo straordinario successo di Rock Economy : boom per i dischi, mentre le sue canzoni spopolano alla radio.

8. Cronaca interna. Temperature in calo e piogge al Nord; dalle prossime ore violenta ondata di maltempo al centro Sud, una pausa nel weekend, poi da lunedì sarà davvero autunno.

Tg La7 Telecom Italia Media

1. Cronaca interna. Trascinato a forza verso la volante della polizia in esecuzione di un sentenza del Tribunale dei Minori: è la vicenda del ragazzino di dieci anni conteso da genitori divorziati e portato via a braccia alle 8 del mattino davanti alla sua scuola, fra le urla della madre e della zia, che ha ripreso con il telefonino l’intera scena.

2. Politica interna. “Quelle immagini indignano”, dice il presidente del Senato, Schifani, il primo a lanciare l’allarme. Tra politica è un coro di sconcerto, di indignazione, di protesta con il presidente della Camera che invita il governo a riferire in Parlamento, cosa che avverrà domani. Il capo della Polizia, Manganelli, chiede ufficialmente scusa, apre un’indagine interna.

3. Politica interna. Formigoni non lascia e raddoppia: “Non mi dimetto, azzero la giunta, ne faccio una nuova con metà degli assessori”, dice alla fine di un lungo vertice con Alfano e Maroni, dopo l’arresto dell’assessore Zambetti per voto di scambio con la ’ndrangheta. La Lega minaccia: “Mai con la mafia, ce ne andiamo”, dice Salvini, ma Bossi difende Formigoni, che avverte: “Se cado io, cadono Veneto e Piemonte”. Cota e Zaia replicano: “Pensi a casa sua”. E’ guerra sulle alleanze del Nord, ma forse anche prove d‘intesa.

4. Giustizia. Ma nell’inchiesta sugli appalti della sanità in Lombardia, quella che, come si sa, mette in imbarazzo Formigoni, il gip di Milano dispone la scarcerazione dell’ex assessore regionale Simone e del faccendiere Daccò, che tuttavia rimarrà in cella perché già condannato in primo grado per il crack del San Raffaele. I due, molto vicini a Formigoni, sono accusati di aver gestito milioni di fondi neri provenienti dalla fondazione Maugeri. Per loro la Procura aveva chiesto ulteriori tre mesi di carcerazione, respinti.

5. Giustizia. La Consulta dichiara incostituzionali i tagli agli stipendi dei dirigenti pubblici e dei magistrati. La misura era contenuta nell’ultima manovra varata nell’ultimo governo Berlusconi, prevedeva un’imposta aggiuntiva del 5% sulle retribuzioni sopra i 90 mila euro, e poi a salire su quelle ancora più su. Sarebbe “illegittima” quella decisione perché, a giudizio della Corte, “determina un effetto discriminatorio”. Imbarazzo nel governo Monti per il buco milionario che si apre adesso nel bilancio dello Stato.

6. Politica estera. Dalla Turchia sfida aperta a Mosca e, indirettamente, a Damasco. L’accusa per la Russia è di foraggiare con armi il regime di Assad, la denuncia del presidente turco Erdogan arriva dopo che i suoi caccia hanno intercettato e fatto atterrare l’aereo civile che trasportava munizioni e parti di missili verso la Siria. “Un atto di pirateria”, dice Damasco, mentre Mosca convoca l’ambasciatore turco per chiarire una vicenda militare e diplomatica che forse è solo all’inizio.

Sky Tg24 – Sky Italia

1. Politica interna. Azzerata la Giunta in Lombardia, Formigoni va avanti. La Lega: “Le nostre richieste sono state esaudite”. Il Pdl difende il governatore.

2.Politica interna. “Stop agli abusi con il denaro pubblico”, il richiamo di Napolitano che auspica a un “riordino del sistema delle Province”.

3.Politica interna. Dopo il passo indietro di Berlusconi, Fini a Sky Tg24 : “Noi con il Pdl solo se c’è un progetto, non per il ‘salva Ruby’.

4.Cronaca interna. Sconcerto per il bambino portato via con la forza dalla polizia nel padovano. Domani Cancellieri riferisce in Parlamento.

5.Giustizia. Sigilli all’Italcementi di Colleferro, l’accusa: “Emissioni nocive”. Indagato il direttore, 10 giorni per mettersi in regola.

6. Giustizia. “Non ho segreti”, così Bruno Contrada scarcerato oggi dopo la condanna per associazione mafiosa.

7. Sport. Qualificazioni mondiali, domani l’Italia in Armenia. Mario Balotelli in dubbio per un leggero attacco influenzale.

8. Televisione. Stasera su Sky Uno, alle 21.10, c’è X-Factor : i quattro giudici e il vocal coach decideranno i 12 finalisti.