I titoli dei più importanti telegiornali italiani andati in onda in prima serata, un modo per farvi capire cosa è (o non è) importante per un telegiornale.

Il confronto . Si entra ufficialmente in clima pre-elettorale, lo testimoniano il numero dei titoli (17 su 30) che i quattro telegiornali dedicano alla politica nella serata di martedì 11 dicembre. A interessare soprattutto i quattro Tg delle 20 è il botta e risposta tra Silvio Berlusconi e Mario Monti, anche se il Tg5 sceglie un’apertura che riporta in primo piano il caso dei due marò italiani bloccati in India. Nei titoli spazio anche alle mosse di Pier Luigi Bersani in vista delle prossime elezioni, ma anche le dichiarazioni di Beppe Grillo sulle critiche rivoltegli dopo le ‘parlamentarie’.
Politica a parte, da segnalare come solo SkyTg24 e Tg5 dedichino un titolo alle previsioni di Confindustria sull’economia (leggi), mentre solo il telegiornale Mediaset accenna alla ripresa delle Borse europee dopo un lunedì molto negativo. Assenti da Tg1 e Tg5 , invece, lo sciopero dei benzinai, che durerà fino alle 7 di venerdì 14 dicembre (leggi di più). In dettaglio tutti i titoli dei telegiornali di martedì sera:

La società vista dai telegiornali dello scorso annoedizioni dell’11 dicembre 2011

Tg1 – Rai

1. Politica interna. Monti a Uno Mattina : “Lo spread dipende da ciò che fanno i governi. Non credo ai complotti dei mercati; gli italiani non sono sprovveduti”.

2. Politica interna. Berlusconi: “Lo spread un imbroglio e un’invenzione. La crisi economica aggravata dal governo attuale, troppo germanocentrico”.

3. Politica estera. Merkel: “Sostengo le riforme di Monti; gli italiani terranno il Paese sul percorso giusto. Berlusconi non ci usi in campagna elettorale”.

4. Politica interna. Bersani al Tg1 : “Nessuna paura di Monti candidato. Noi faremo quello che non è riuscito a fare il suo governo”. Siamo in sintonia con l’Europa.

5. Politica interna. Beppe Grillo: “Fuori dal Movimento chi mi accusa di essere antidemocratico”. E sul Web i militanti si dividono tra sostenitori e critici.

6. Politica interna. Sanità, Napolitano: “Chi più ha più dia”. Rapporto sanità: “Aumentano i rischi di obesità, alcolismo e malattie da inquinamento”.

7. Cronaca interna. Milano, in tilt il nuovo computer dei treni per Malpensa-Interland: migliaia di viaggiatori pendolari bloccati da ore. Tensione e caos alla stazione.

8. Sport. L’allarme calcio violento tra i giovani, Prandelli al Tg1 : “La responsabilità è dei genitori e non dei ragazzi. Troppe aspettative”. E su De Rossi dice: “Sono sicuro che farà ricredere Zeman”.

Tg5 – Mediaset

1. Politica estera/Giustizia. Per i marò italiani prigionieri in India continua la lunga attesa di una assoluzione che tarda a venire. L’ira della gente comune, i silenzi dell’ambasciata indiana. Al Tg5 il ministro degli Esteri, Giulio Terzi.

2. Politica estera. Angela Merkel interviene nella campagna elettorale italiana, e fa sapere che “non tollererebbe sentimenti antitedeschi. Sostengo – aggiunge la cancelliera – quello che Mario Monti ha messo in campo per le riforme”. Monti scherza sullo spread: “È il soprannome di mio nipote”.

3. Politica interna. Berlusconi contro il governo Monti: “La sua politica germanocentrica non ha fatto che peggiorare le cose; non possiamo essere schiavi dello spread”, e annuncia una rivoluzione delle sue liste.

4. Politica interna. Nuovo altolà di Beppe Grillo ai dissidenti di 5 Stelle: a chi chiede più trasparenza, a cominciare dalle parlamentarie, con un’espressione colorita dice “fuori dal Movimento chi mi accusa di essere antidemocratico”.

5. Economia/Finanza. Confindustria accusa: “Per le imprese tasse ormai alle stelle, la ripresa non prima del 2014”. Nuovi dai preoccupanti sull’occupazione dall’Ocse, ma la Borsa di Milano chiude in netto rialzo e lo spread resta stabile sui 340 punti.

6. Politica interna. Il presidente Napolitano per l’assistenza sanitaria propone: “Chi è più ricco paghi di più”. Ma negli ospedali continua la politica dei tagli a strutture e posti letto. E saltano gli stipendi.

7. Attualità. Il traffico di organi umani è esteso in tutto il mondo. La testimonianza di un soldato del Kosovo che espiantò il cuore di un prigioniero; la storia di un uomo che comprò un organo in India. Questa sera Speciale Tg5 alle 23.30.

8. Attualità. Un po’ per mantenersi in forma, un po’ a causa della crisi: la bicicletta sta vivendo una nuova giovinezza e, c’è da giurarci, sotto l’albero di Natale sarà tra i regali più gettonati.

Tg La7 Telecom Italia Media

1. Politica interna. Duello a distanza di prima mattina tra Berlusconi e Monti. Il Cavaliere: “Spread? Che ce ne importa? Fu fatto salire per far cadere me – dice, e attacca Monti – Troppo filotedesco”. Il professore replica mezzora dopo: “Non c’è complotto dei mercati, gli italiani non sono sprovveduti; basta populismi – e ci scherza su – Mio nipote all’asilo lo chiamano ‘spread’”.

2. Politica estera. Le parole di Berlusconi agitano i palazzi internazionali: Berlino preoccupata dalla sua ridiscesa in campo, la Merkel avverte: “Non ingeriamo sulla politica italiana, ma niente strumentalizzazioni sulla Germania – e si schiera con Monti – Gli italiani terranno il Paese sulla via giusta delle riforme avviate dal professore”. Il Partito popolare europeo, attraverso il capogruppo, censura la scelta di far cadere il governo.

3. Politica interna. Berlusconi prepara il ritorno al simbolo di Forza Italia e la separazione concordata con gli ex An. Nel partito emerge, però, anche una corrente di dissenso guidata proprio dal leader dell’Europarlamento per il partito, Mauro, che dice: “Ha ragione il Ppe, Silvio ha sbagliato a far cadere Monti”.

4. Politica interna. Nel centrosinistra c’è attesa per le mosse dell’ex – ormai – capo del governo. Bersani non parla, dopo aver suggerito a Monti di restare fuori dalla mischia nel frattempo si prepara a lanciare le primarie per scegliere i candidati da presentare per le liste di Camera e Senato. E Vendola incalza: “Se c’è l’agenda Monti io non ci sto, ci sto se c’è l’agenda Bersani”.

5. Politica interna. I centristi pronti ad accogliere Monti, con Casini che tenta di unire i moderati e non ne fa mistero: “Se auspico la discesa in campo di Monti? Lo sapete anche senza chiedermelo”. Montezemolo parla, concorda, e dice: “Evitare i gattopardismi, non si torni agli anni ‘90”.

6. Cronaca interna/Economia. Due giorni senza benzina per gli italiani. Dalle 19 distributori chiusi, riapriranno alle 7 di venerdì. I benzinai protestano contro i petrolieri, accusati di non aver rispettato gli accordi sottoscritti a luglio sui rinnovi contrattuali, carte di credito e oneri a carico dei distributori, e minacciano altre agitazioni tra il 17 e il 21 dicembre.

Sky Tg24 – Sky Italia

1. Politica interna. Lo spread divide: Monti non crede ai complotti dei mercati, per Berlusconi “un grande imbroglio”. “Stupidaggini”, lo riprende Bersani.

2.Politica estera. La Germania stoppa il Cavaliere: “Non ci usi per la sua propaganda”. E anche i popolari europei hanno nostalgia di Monti: “Una follia farlo cadere”.

3.Politica interna. Grillo all’attacco dei dissidenti 5 Stelle: “Via dal Movimento chi pensa che io sia disonesto”. La replica sul Web: “Sei come Mussolini”.

4.Economia. Slitta la ripresa, Confindustria vede nero: crescita modesta e solo dal 2014. Ancora male consumi e occupazione.

5.Cronaca/Giustizia. Ruby si fa viva: “Sono in Messico, torno a gennaio”. Ieri assente in aula, avrebbe dovuto testimoniare anche lunedì prossimo.

6. Cronaca interna. Blitz della finanza al ministero dell’Agricoltura: 11 arresti per corruzione e turbativa d’asta. Sequestrati beni per 22 milioni.

7. Cronaca interna. Tra code e distributori a secco, è scattato lo sciopero dei benzinai; la serrata si concluderà alle 7 di lunedì mattina.

8. Sport. Sky Uno si siede a tavola: giovedì alle 21.10 torna MasterChef , la sfida tra 18 cuochi non professionisti.