I titoli dei più importanti telegiornali italiani andati in onda in prima serata, un modo per farvi capire cosa è (o non è) importante per un telegiornale.

Il confronto . Alla vigilia del voto sul Jobs act non tutti i telegiornali di prima serata dedicano l’apertura alla riforma del lavoro. Il Tg La7 , ad esempio, apre con Giorgio Napolitano, che il 28 ottobre deporrà nel processo sulla trattativa Stato-mafia – alla presenza video dei boss Riina e Bagarella – e che deve affrontare anche l’ennesimo mancato accordo in Senato per l’elezione dei due membri della Corte costituzionale. L’argomento principale resta, comunque, la riforma del lavoro e le reazioni dei sindacati al vertice con il premier Matteo Renzi. Sotto i riflettori anche la richiesta di Angelino Alfano, che punta a non far riconoscere le nozze gay in Italia. In dettaglio ecco come, nella serata di martedì 7 ottobre, sono state trattate le notizie dai telegiornali:

Tg delle 20: le edizioni precedenti

TG1 Rai
1. Politica interna. Jobs act, Renzi vede le parti sociali. Domani il voto di fiducia, il premier: “Non tempo agguati”. Apprezzamenti da Berlino per la riforma.
2. Politica interna. Minoranza Pd verso il sì alla fiducia, sindacati divisi dopo l’incontro con il governo; Camusso: “Sciopero confermato, aperture di Cisl e Uil”.
3. Politica interna/Giustizia. Consulta, un altro nulla di fatto in Parlamento. Napolitano: “Uno stallo che rattrista, inascoltati i miei appelli. Troppa conflittualità”.
4. Cronaca interna. Nozze gay, Alfano chiede ai prefetti di annullare la registrazione delle unioni celebrate all’estero. I sindaci si ribellano, tensione con il Pd.
5. Cronaca estera. La battaglia di Kobane: offensiva finale dell’Isis, sulla città chiave tra Siria e Turchia. Erdogan: “Serve un intervento militare di terra”.
6. Cronaca interna. Svolta nell’inchiesta sulla morte del tifoso Ciro Esposito, confessa l’ultras della Roma indagato per omicidio: “Ho sparato per paura”.
7. Cronaca estera. Nobel per la fisica agli inventori della lampada a Led; “un nuovo modo per illuminare il mondo”, la motivazione del premio ai tre scienziati di origine giapponese. Sempre più città con la luce blu anche in Italia.

TG5 – Mediaset
1. Politica interna. Domani voto di fiducia sulla riforma del lavoro, Renzi: “Non temo agguati, non accetto veti. Il Paese ha bisogno di fiducia”. Pronto un miliardo e mezzo per gli ammortizzatori sociali; articolo 18 solo per discriminazioni e alcuni casi disciplinari.
2. Politica interna. Ma la sinistra Pd non molla, Civati avverte: “Non tutti voteranno la fiducia”. Dai sindacati aperture di Cisl e Uil, gelo, invece, dalla Cgil: “Nessuna novità”. Forza Italia: “Noi voteremo contro”.
3. Politica interna/Giustizia. Corte costituzionale, fumata nera numero 17 in Parlamento: Violante e Caramazza senza quorum. Napolitano amareggiato: “Appelli inascoltati, rattrista e preoccupa lo stallo in Parlamento”.
4. Cronaca estera. Ebola, quattro persone ricoverate a Madrid. Almeno tre casi sospetti oltre all’infermiera contagiata, in Spagna infuria la polemica sulle misure sanitarie inadeguate. La Ue vuole chiarimenti, il ministo Lorenzin: “In Italia falsi allarmi”.
5. Cronaca interna. “I gemellini ora devono stare con noi e non in una casa famiglia”, disperato ma anche determinato il fratello della giovane mamma uccisa a Cattolica dal marito, accecato dalla gelosia, che si è poi tolto la vita.
6. Cronaca interna. Apertura un’indagine sulla morte di Goccia, il delfino trovato sulla spiaggia di Cala Moresca, a Golfo Aranci, ucciso e fatto a pezzi. Goccia era una delle attrazioni turistiche di quelle acque.
7. Cronaca interna. E’ morto a 80 anni Nando Orfei, uno dei pionieri del circo in Italia. Giocoliere e domatore partecipò anche a film cult di Fellini come Amarcord e Clowns .
8. Cronaca interna. Nozze gay, i sindaci sfidano l’altolà di Alfano, che chiede di annullare le registrazioni dall’estero. La rivolta da Milano a Napoli, a Bologna: “E’ una circolare stupida, pronti alla disobbedienza”.

TG LA7 - Cairo Editore
Enrico Mentana fa il punto sulle principali notizia di oggi. Napolitano deporrà il 28 ottobre al processo sulla trattativa Stato-mafia e i pm di Palermo hanno dato parere favorevole perché Riina e Bagarella assistano alla deposizione del capo dello Stato, in collegamento dalle carceri dove i due boss mafiosi sono rinchiusi, conseguenza inevitabile di questo processo che si sapeva, avrebbe portato a situazioni limite, un vero e proprio testa coda istituzionale. Napolitano è amareggiato, anche per la fallita elezione dei giudici della Consulta, la 17/a fumata nera. E vedremo anche come domani sarà il giorno di presentazione dell'emendamento governativo al Jobs act e anche il giorno della fiducia al provvedimento escluso il no dei dissidenti Pd, ma il clima resta teso, anche dopo l'incontro con i sindacati. Ci sono poi altri elemeneti di turbativa che vengono dalla richiesta di Alfano di bloccare le trascrizioni nei registri comunali delle unioni gay; proteste da Bologna, Udine Trieste. Infine la morte di Nando Orfei protagonista di un mondo che forse se ne sta andando, quello circense.

SKY TG24 – Sky Italia
Non disponibili