I titoli dei più importanti telegiornali italiani andati in onda in prima serata, un modo per farvi capire cosa è (o non è) importante per un telegiornale.

Il confronto . Se ne parlava da mesi e, inevitabilmente, la deposizione al Quirinale di Giorgio Napolitano – presidente della Repubblica – sulla trattativa Stato-mafia apre le edizioni serali della maggior parte dei principali telegiornali. Non tutti si soffermano sulle domande rivolte al capo dello Stato (Tg1 ), ma si parla anche della sentenza storica per la giustizia italiana (un Presidente chiamato a deporre). L’unico Tg a non dare la priorità al nuovo capitolo delle indagini sulla trattativa Stato-mafia è il Tg La7 , che parte prima dal via libera di Bruxelles alla legge di stabilità italiana (notizia presente anche negli altri Tg delle 20). Tra gli altri titoli, da segnalare i nuovi arresti legati a Expo e il servizio che il Tg5 dedica al mercato del fitness in Italia. In dettaglio ecco come, nella serata di martedì 28 ottobre, sono state trattate le notizie dai telegiornali:

Le edizioni precedenti

TG1 Rai
1. Giustizia. Deposizione al Quirinale, Napolitano risponde a tutte le domande dei giudici di Palermo: “Mai saputo di accordi Stato-mafia. Pubblicare subito le trascrizioni”.
2. Politica estera. Via libera di Bruxelles alla legge di Stabilità, “nessuna grave deviazione dalle regole”, dice la Commissione. Via libera anche alla manovra francese.
3. Politica interna. Renzi: “La prossima primavera il Paese ripartirà. L’Italia nel gruppo di testa dell’Europa”. No a elezioni anticipate, al voto nel 2018”.
4. Cronaca interna. Imprenditori e vecchi boss il volto dell’ndrangheta in Lombardia: 13 arresti tra Milano e Reggio. Le mani delle cosche sugli appalti Expo.
5. Cronaca. Il Papa contro i movimenti popolari: “Se parlo di casa, terra e lavoro mi chiamano comunista, ma all’amore per i poveri è il cuore del Vangelo”.
6. Cronaca interna. Ventisei anni e quattro malattie rare: continua la battaglia di Caterina, che fu attaccata sui social network perché favorevole ai test sugli animali.
7. Cinema. Dopo il grande successo della prima serie, torna tra poco su Raiuno la fiction Questo nostro amore, ambientata questa volta negli anni ’70. Sei nuove puntate con Anna Valle e Neri Marcoré.

TG5 – Mediaset
1. Giustizia. La deposizione di Napolitano ai giudici di Palermo, il Colle: “Risposto a tutte le domande, massima trasparenza e serenità”. Ma parlano solo gli avvocati. Il verbale, sollecitato anche dal Quirinale, arriverà solo tra quattro o cinque giorni. Il Pd: “Napolitano esemplare”. Forza Italia: “Devastante l’iniziativa della Corte”
2. Politica interna. Renzi: “No a elezioni anticipate, alle urne nel 2018. La svolta già in primavera”. E sul Jobs act: “Vogliamo tenere aperte le fabbriche, non occuparle”. Berlusconi: “Sulle tasse il governo prende in giro gli italiani, via quella sulla prima casa. Pronta una mobilitazione nazionale”.
3. Politica estera/Finanza. Via libera dell’Ue alla manovra dell’Italia. Katainen: “Nessuna bocciatura, giudizio più approfondito tra un mese”. Montepaschi e Carige recuperano dopo il tracollo di ieri e Piazza Affari risale. Padoan: “Le nostre banche sono solide”.
4. Cronaca interna. Le mani dell’ndrangheta sugli appalti per l’Expo: arresti tra Lombardia e Calabria. A Palermo maxi-sequestro di beni per 450 milioni di euro a un imprenditore legato allla mafia.
5. Cronaca interna. Un mese fa, ubriaco e alla guida, a folle velocità, travolse e uccise quattro ragazzi, tra cui il fratello. Uscito dall’ospedale è già agli arresti domiciliari, ma gli abitanti di Sassano organizzano una fiaccolata per dire “qui non lo vogliamo”.
6. Cronaca interna. Infissi, vetrate, arredi, televisori e suppelletti: nel porto di Genova le operazioni di svuotamento della Costa Concordia, prima che la nave sia smontata. Pochissime le cose che saranno riutilizzate, le altre sono destinate allo smaltimento.
7. Economia. Ottomila e cinquecento palestre, 5,5 milioni di iscritti. L’Italia è il primo Paese in Europa per numero di club e il quarto per fatturato nei numeri del fitness; un giro d’affari che vale 25 miliardi.

TG LA7 - Cairo Editore
Enrico Mentana fa il punto sui principali avvenimenti di oggi. Prima pagella positiva della Commissione europea alla legge di stabilità; Katainen: “Al momento non ci sono gravi deviazioni. Il rigore non è stato assolutamente messo da parte". Scampato pericolo dunque per l'Italia o almeno rimandato di un mese, cioè quando Bruxelles rivedrà la manovra. ll Consiglio dei ministri, subito dopo, ha preso atto dei nuovi conti e ha modificato il Def: "Deficit 2015 scende al 2,6% del Pil, pari a circa 4,5 miliardi, con l'indebitamento - comunica Palazzo Chigi - di poco superiore allo 0,3%, in linea con quanto richiesto dalle istituzioni europee". Riscatto delle Borse che hanno recuperato tutto quello che avevano perso ieri.
Il processo sulla presunta trattativa Stato-Mafia: "mai saputo di accordi", ha detto in sostanza Napolitano ai giudici nell'udienza storica e senza precedenti al Quirinale. I verbali saranno diffusi nei prossimi giorni.
Poi molti altri fatti. C'è una donna che potrebbe andare al posto della Mogherini: è Lia Quartapelle, lombarda classe ‘82, deputata alla prima legislatura potrebbe essere la sorpresa su cui punta Renzi per il Ministero degli Esteri. Grillo che sfida il Pd: "Se volete intese con noi sulla Consulta, chiedetele alla luce del sole", scrive il leader dei 5 Stelle, che chiede trasparenza e non poltrone.

SKY TG24 – Sky Itali
Non disponibili