I titoli dei più importanti telegiornali italiani andati in onda in prima serata, un modo per farvi capire cosa è (o non è) importante per un telegiornale.

Il confronto . Il duello di potere tra Josè Manuel Barroso, presidente della Commissione Ue, e il premier italiano Matteo Renzi apre tutti i principali telegiornali delle 20; ad attirare l’attenzione dei media non solo le osservazioni dell’Europa sulla legge di stabilità, ma il fatto che il governo italiano abbia deciso di pubblicare il contenuto della lettera della Commissione.
L’attentato di Ottawa, ripreso in apertura dalla maggior parte dei telegiornali nella serata di mercoledì 22 ottobre, passa in secondo piano ma resta comunque nelle aperture di tutti i Tg delle 20. In dettaglio ecco come, nella serata di giovedì 23 ottobre, sono state trattate le notizie dai telegiornali:

Le edizioni precedenti

TG1 Rai
1. Politica estera. Renzi al Consiglio europeo dopo la lettera di Bruxelles: “Nessun problema, uno o due miliardi li mettiamo domani mattina”.
2. Politica estera. Il richiamo della Commissione: “L’Italia devia da obiettivi di bilancio”. L’irritazione di Barroso per la pubblicazione.
3. Politica interna. Riforme, Napolitano: “Basta paralisi, servono cambiamenti veri”. Incontro con Don Ciotti, mobilitazione contro la mafia.
4. Politica interna. Berlusconi: “Sì a unioni gay su modello tedesco. Ok a legge elettorale e cittadinanza a figli degli immigrati proposte da Renzi”.
5. Cronaca estera. Canada, la polizia conferma: “L’attentatore di Ottawa ha agito da solo, era un convertito all’Islam con precedenti penali.
6. Cronaca. Papa Francesco: “Abolire la pena di morte, l’ergastolo è un’esecuzione”. Sulla corruzione: “Pagano solo i pesci piccoli”.
7. Musica. Come vorrei : arriva il nuovo singolo di Vasco Rossi, una canzone d’amore che anticipa il nuovo album dal cantautore dal titolo Sono innocente .

TG5 – Mediaset
1. Politica estera. L’Italia sta deviando dall’obiettivo del pareggio di bilancio nel 2015”, Bruxelles chiede chiarimenti. Renzi: “Se si tratta dei 2 miliardi, li possiamo mettere domani mattina”. Scontro con Barroso, che contesta la pubblicazione del documento, il premier: “Basta lettere segrete”.
2. Politica interna/Economia. Il governo alle Regioni: “Tagli per 4 miliardi, pronti a discutere, ma a saldi invariati”. Il premier: “Tagliamo gli sprechi non i servizi”.
3. Politica interna. Napolitano firma la legge di Stabilità: “Sì alle riforme, no a contrapposizioni pregiudiziali”.
4. Politica interna. “Questa legge di stabilità non crea occupazione”, la leader Cgil Camusso al Tg5 : “Se la riforma del lavoro passasse com’è ora, meno tutele per i dipendenti delle aziende in crisi. La manifestazione del 25 è solo l’inizio”.
5. Politica interna. Sì di Berlusconi alle unioni civili delle coppie gay sul modello tedesco. Il cardine è la famiglia, ma lo sono ancora di più l’amore e la dignità. Sì alla cittadinanza ai figli degli immigrati”. Dialogo sulla legge elettorale.
6. Cronaca estera. Avrebbe agito da solo l’attentatore che ha assaltato il Parlamento di Ottawa; il 32enne canadese, convertito all’Islam, già segnalato come persona a rischio, gli era stato sequestrato il passaporto. Paura anche alla Casa Bianca per l’ennesima intrusione.
7. Cronaca interna. Una donna uccisa in pieno centro a Catania da una palma sradicata dal forte vento; gelo e raffiche in tutta Italia. È arrivata l’influenza, a Bari il primo caso; virus simile a quello dell’anno scorso.
8. Musica. Torna Vasco Rossi con Come vorrei , una bellissima ballata che fa parte del nuovo album Sono innocente con 10 pezzi nuovi di zecca: il suo diario di viaggio.
9. Spettacolo. Renée Zellweger, l’indimenticabile Bridget Jones irriconoscibile dopo il Botox al viso, riapre il tema degli eccessi della chirurgia estetica. Prima di lei, tante le star sfigurate.

TG LA7 - Cairo Editore
Con Enrico Mentana i principali fatti di oggi. Avete mai litigato per una lettera? Barroso e Renzi sì. È questo il tema dominante della giornata. L'Ue ha mandato una lettera di contestazione sulla manovra e il governo italiano l'ha resa pubblica, suscitando le ire del presidente uscente della Commissione Ue. Il quale ha anche attaccato la stampa italiana, che sostiene che lui non conta niente. Barroso rilancia: “Attenzione, la lettera è firmata anche dal neo presidente Juncker”. Renzi replica: “Non è più tempo di lettere segrete, occorre diventare più trasparenti anche sui conti dell'Europa”. Guerra aperta che fa capire che ci sarà un braccio di ferro sulla manovra italiana. Anche la Francia è in difficoltà.
Ma c'è anche l'incontro tra governo e Regioni sulla manovra firmata oggi da Napolitano e l'apertura di Berlusconi su matrimoni gay, ius soli e legge elettorale. La Lega è completamente fuori linea. Poi il day after del Canada dopo l'attacco di ieri e il primo reportage dall'Africa sull'Ebola questa sera a Servizio Pubblico .

SKY TG24 – Sky Italia
Non disponibili