I titoli dei più importanti telegiornali italiani andati in onda in prima serata, un modo per farvi capire cosa è (o non è) importante per un telegiornale.

Il confronto . Lo scontro sul Jobs act torna in primo piano nelle aperture dei telegiornali di prima serata di domenica 2 novembre. Ad andare controcorrente, però, è il Tg5 , che come primo titolo della serata dà spazio a quei 5,7 miliardi di danni per l’erario causati dalla corruzione dei 13 mila dipendenti pubblici.
Con le parole del procuratore di Roma, pronto ad aprire una nuova inchiesta, torna in primo piano il caso della morte di Stefano Cucchi; tra le altre notizie da segnalare la sottrazione della targa ‘Arbeit macht frei’ dal carcere di Dachau. In dettaglio ecco come, nella serata di domenica 2 novembre, sono state trattate le notizie dai telegiornali:

Le edizioni precedenti

TG1 Rai
1. Politica interna. Renzi: “Non cambio il Jobs act, la minoranza Pd non mini il governo”. Landini attacca: “Non rappresenta gli interessi dei lavoratori”.
2. Cronaca interna. Caos bagagli a Fiumicino per la protesta dei lavoratori dell’Alitalia licenziati. In serata situazione verso la normalità.
3. Giustizia. Caso Cucchi, dopo l’assoluzione interviene il procuratore di Roma Pignatone: “Morte inaccettabile, disposti a riaprire le indagini”.
4. Cronaca esterta. Oltraggio alla Shoah: rubata l’insegna ‘Arbeit macht frei’ dal cancello del lager di Dachau; i sopravvissuti: “Gesto vergognoso”.
5. Cronaca interna. Test annullati al concorso per le scuole di medicina, si dimette il presidente del consorzio, che per il Ministero ha gestito le prove.
6. Cronaca interna. Ricostruire l’arena dei gladiatori nel Colosseo, il ministro Franceschini pensa così di riportare il teatro all’aspetto che aveva nell’800.
7. Sport. Prima fila targata Mercedes nel Gran Premio di Formula 1, sarà Nico Rosberg a partire dalla pole position; sesta la Ferrari di Alonso. Diretta su Raiuno al termine del telegiornale.

TG5 – Mediaset
1. Cronaca interna/Economia. Sprechi, mazzette, consulenze inutili; 5,7 miliardi di danni per l’erario e un Paese ancora malato di corruzione. Nel rapporto di Guardia di Finanza e Corte dei Conti i reati di 13 mila dipendenti pubblici; la sanità il settore peggiore.
2. Politica interna. Renzi perentorio sul destino del Jobs act: “Resta com’è”. Si riaccende lo scontro con la minoranza Pd e con la Fiom; il nodo dei decreti attuativi fantasma: ne mancano centinaia per dare il via alle riforme degli ultimi tre governi; e per 189 i termini sono già scaduti.
3. Cronaca interna. Nuova giornata di tensione alle acciaierie di Terni: un ricatto per gli operai la proposta dell’azienda di pagare gli arretrati se lo sciopero viene sospeso. Ma la protesta continua e domani approda a Bruxelles.
4. Cronaca. “La morte non è l’ultima parola”. Il Papa, nella giornata dedicata ai defunti: “Preghiamo per i nostri cari, ma ricordiamo anche i tanti piccoli dimenticati del mondo, vittime di violenze”.
5. Giustizia. Caso Cucchi, il procuratore di Roma: “Pronti a riaprire le indagini se emergeranno fatti nuovi; non è accettabile che una persona muoia, non per cause naturali, mentre è affidata alla responsabilità dello Stato”.
6. Cronaca interna. Al volante, sotto l’effetto di alcol e droga, travolge e uccide un ciclista ad Anzio, sul litorale laziale; l’uomo, un pregiudicato di 43 anni, è accusato di omicidio colposo. Ma a che punto è il reato di omicidio stradale?
7. Televisione. Da domattina, alle 6, la rinnovata prima pagina del Tg5 : due ore di informazione in più in diretta, con notizie, collegamenti e rassegne stampa. Pier Silvio Berlusconi: “Una nuova, grande sfida per un’azienda che guarda al futuro”.
8. Sport. Festeggia la Genova del pallone: la Sampdoria batte 3-1 la Fiorentina ed è terza in classifica, a un punto insegue il Genova, che fa quattro gol a Udine.

TG LA7 - Cairo Editore

SKY TG24 – Sky Italia
Non disponibili