I titoli dei più importanti telegiornali italiani andati in onda in prima serata, un modo per farvi capire cosa è (o non è) importante per un telegiornale.

Il confronto . Le elezioni amministrative hanno lasciato il segno, tutti i telegiornali restano focalizzati sul voto che ha affossato partiti più datati come Lega e Pdl, mentre ha promosso il MoVimento 5 Stelle, promosso da Beppe Grillo. Ed è proprio il comico genovese il protagonista dei titoli di martedì 8 maggio, in particolare per il botta e risposta a distanza tra lo stesso Grillo e il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano (vedi titoli in basso ): Tg5 e Tg La7 scelgono questo duello verbale come apertura, mentre SkyTg24 e Tg1 danno più importanza alle dichiarazioni di Mario Monti sul dopo voto. Inoltre il telegiornale della Tv pubblica – che in apertura sottolinea anche il commento del premier riguardo i drammi umani prodotti dalla crisi – smorza le polemiche Grillo-Napolitano trascurando nei titoli la replica del leader di 5 Stelle. Ma le elezioni restano protagoniste dei titoli anche per la situazione greca, trascurata dai titoli di SkyTg24 che punta, invece, sul caro benzina e l’invito del governo italiano affinché i petrolieri operino ribassi. In dettaglio tutti i titoli dei telegiornali di martedì sera:

Le edizioni precedenti

Tg1 – Rai

1. Politica interna. Monti: “Conseguenze umane crisi, colpe di chi l’ha provocata; ora la crescita. Il voto di ieri agevola l’agenda del governo in Europa”.

2. Politica interna. Napolitano: “Da elezioni riflessione su rapporto politica-cittadini e governabilità. Il boom di Grillo? Ricordo solo quello degli anni ‘60”. Replica del leader di 5 Stelle.

3. Politica interna. Il Pdl: “Sommando voti del partito e liste civiche collegate siamo al 28%”. Casini al Tg1 : “Andare oltre il Terzo polo”. Bersani: “Ora conquistare il Nord”. Di Pietro e Vendola: “I democratici scelgano e rilancino alleanza con noi”.

4. Politica estera. Grecia nel caos, la sinistra radicale prova a formare un nuovo governo: “Siamo con chi è contro l’austerità chiesta dall’Europa”.

5. Cronaca interna. L’agguato di Genova all’amministratore di Alsando nucleare, si indaga per terrorismo, ma gli inquirenti non escludono la pista professionale.

6. Attualità. L’uscita di Sarkozy dall’Eliseo segna anche la fine del ruolo di première dame di Carla Bruni, la first lady più famosa che abbia avuto la Francia. Storia di una donna passata dalla moda, alla musica, alla politica e che ora torna a casa.

Tg5 – Mediaset

1. Politica interna. Il capo dello Stato sul voto: “I partiti riflettano sulla governabilità, non vedo nessun boom di Grillo”. Replica irriverente del leader di 5 Stelle: “Napolitano tra un anno potrà godersi il meritato riposo”.

2. Politica interna. Monti: “L’esito delle elezioni non cambia il percorso del governo, anzi potrebbe agevolarlo”. I partiti alle prese con gli scenari del dopo voto.

3. Politica estera. Grecia senza uscita dopo il voto che ha visto il crollo dei partiti pro-euro; il leader della sinistra radicale tenta di formare un governo, ma non sembra avere i numeri. Verso un esecutivo di salvezza nazionale?

4. Economia/Politica. Il governo sui tagli: “Basta con i mega uffici”. I cittadini chiedono: “Via le auto blu e le pensioni d’oro”. I sindacati in piazza il 2 giugno: “Meno tasse e più lotta all’evasione”.

5. Cronaca interna. Sta meglio Roberto Adinolfi, il dirigente di Ansaldo gambizzato a Genova; gli investigatori: “Analogie con attentati delle Brigate Rosse negli anni ‘70”. C’è un super testimone?

6. Cronaca interna. Usuraio in manette nel napoletano, aveva accumulato una ricchezza valutata in 100 milioni di euro. Tra i beni sequestrati 150 immobili e una fuoriserie da 500 mila euro.

7. Giustizia/Sport. Calcioscommesse, la Procura federale: deferiti 22 club e 61 tesserati, tra questi 52 giocatori. Una trentina le gare sotto accusa, quasi tutte del campionato di serie B.

8. Sport. Un giornale inglese annuncia: “Valentino Rossi si ritira a fine stagione, forse prima”. Ma lui smentisce: “Per ora niente Formula 1”, va avanti con le moto.

La7 – Telecom Italia Media

1. Politica interna. Sui risultati del MoVimento 5 Stelle botta e risposta al vetriolo tra il capo dello Stato e Beppe Grillo. “Non vedo nessun boom, l’unico che ricordo risale agli anni ‘60”, ha detto Napolitano; “il Boom non si vede, ma si sente”, ha replicato dal suo blog Grillo che chiude il messaggio con una stoccata: “L’anno prossimo ci saranno le elezioni e Napolitano potrà godersi il meritato riposo”.

2. Politica interna. Ma il successo del Movimento 5 Stelle è nei numeri: quelli di Parma, dove Pizzarotti è andato a ballottaggio, ma anche quelli a due cifre di molte città, come Genova, Monza, Alessandria; e poi c’è il primo cittadino eletto a Sarego, quel comune vicentino dove la Lega aveva insediato il parlamento padano.

3. Politica interna. Dopo la batosta, il Pdl corre ai ripari: convocato vertice d’emergenza a Palazzo Grazioli con lo stato maggiore del partito. Berlusconi corregge la linea di Alfano: “Nessuna sconfitta”. Soffre anche il Terzo polo; mantiene le posizioni il Partito democratico che non sfigura nelle roccaforti ma non ha portato suoi uomini ai ballottaggi”.

4. Politica interna. A parte il successo di Tosi, per la Lega la tornata elettorale ha rappresentato una vera e propria Caporetto: in Lombardia gli uomini di Bossi perdono in molte città simbolo, da Monza – la città dei ministeri padani – a Cassano Magnago, paese natale del senatur. Dei 23 sindaci leghisti ne restano in carica appena 10.

5. Politica interna. Il 2 giugno annunciata una manifestazione unitaria a Roma di Cgil, Cisl e Uil. “Perché la nostra è una Repubblica, quella che si festeggia il 2 giugno, fondata sul lavoro”, dicono i sindacati, che chiedono al governo di invertire rotta sulla politica economica. Monti interviene sui drammi umani prodotti dalla crisi: “Deve riflettere chi l’ha provocata, non chi cerca di risolverla”. Parole fraintese al punto da costringere il premier a precisare: “Mai fatto riferimento ai suicidi.

6. Politica estera. Dopo il voto di domenica la Grecia è nel caos: “Gli accordi sull’austerità sono nulli”, ha annunciato il leader della sinistra radicale, Tsipras, incaricato di formare il governo entro domenica, pena il ritorno alle urne. Bruxelles convoca un vertice sulla crescita d’urgenza il 23 maggio e la Merkel scrive a Hollande: “Noi due dobbiamo salvare l’Europa”.

SkyTg24 – Sky Italia

1. Politica interna. Amministrative, Monti sul voto: “Non ha nessuna conseguenza sul governo”.

2.Politica interna. Comunali a 5 Stelle, Grillo replica al Colle: “Il Boom non si vede ma si sente”.

3.Politica interna. Giallo in Sicilia, la Regione conferma i risultati: Orlando comanda a Palermo.

4.Politica interna. L’urna affossa il Pdl, vertice da Berlusconi; nel mirino la leadership di Alfano.

5.Cronaca interna. Manager gambizzato a Genova, per il pm la dinamica ricorda le azioni Br.

6. Economia/Politica. Benzina, palazzo Chigi avvisa i petrolieri: ci aspettiamo subito dei ribassi.

7. Musica. C’è chi dice sì, Vasco annuncia su Facebook: “Quest’estate sposo Laura”.

8. Televisione. Dai ‘grillini’ al crollo della Lega Nord, i protagonisti del voto questa sera a Rapporto Carelli .