I titoli dei più importanti telegiornali italiani andati in onda in prima serata, un modo per farvi capire cosa è (o non è) importante per un telegiornale.

Il confronto . Non si ferma l’interesse morboso per le foto del cadavere di Osama Bin Laden, una prova chiesta da molti per confermare che il leader di Al Qaida è stato veramente ucciso. Ad avvalorare questa tesi, mercoledì sera Tg1, TgLa7 e SkyTg24 scelgono come notizia più importante del telegiornale la decisione del presidente Usa, Barack Obama, di non mostrare le foto dello sceicco ucciso. Per il secondo giorno consecutivo, invece, il Tg5 dedica l’apertura alla politica interna: mercoledì la Camera ha approvato le mozioni sull’impegno dell’Italia in Libia, tra cui quella della Lega, per la quale c’era più attesa. Anche gli altri telegiornali dedicano almeno un titolo alla politica e al voto in Aula. Il TgLa7 , dopo l’apertura su Bin Laden, dedica molto spazio alla politica (5 titolo su 7) e chiude con la decisione della Cassazione di ridurre la pena a Callisto Tanzi per il crack Parmalat. Una sentenza assente solo nei titoli del Tg1 che – come il Tg5 – dedicano ancora un titolo a William e Kate. In chiusura di Tg5 un’intervista al tecnico del Milan, Massimiliano Allegri che, a meno da una settimana dal servizio sul Tg1 , compare anche ai microfoni del Tg Mediaset. In dettaglio tutti i titoli dei telegiornali di mercoledì sera:

Le edizioni precedenti

Tg1 – Rai

1. Cronaca estera. “Bin Laden assassinato dopo la cattura”, accusa la figlia del terrorista. Obama ha deciso: non saranno pubblicate le foto dello sceicco ucciso.

2. Politica interna. Berlusconi: “Maggioranza compatta, saldo l’asse con la Lega. Amministrative test politico. Se dovessi fare passo indietro, anche Tremonti candidato”.

3. Politica interna. Libia, sì della Camera a mozioni maggioranza. Passano anche quelle di Pd e Terzo Polo, bocciato testo Idv. Bossi: “Vittoria della Lega”.

4. Cronaca interna. L’inchiesta sull’omicidio di Melania Rea, tanti i buchi nella ricostruzione del pomeriggio della scomparsa della donna. Parla una testimone.

5. Cronaca interna. Il caso Ciancimino, calunnie e bugie per sviare l’attenzione dal tesoro all’estero. Il figlio dell’ex sindaco indagato ancora per riciclaggio.

6. Cronaca estera. William e Kate, luna di miele rimandata per motivi di sicurezza legati alla cattura di Bin Laden. Per ora i paparazzi lasciano in pace la coppia reale.

Tg5 – Mediaset

1. Politica interna. Sì della Camera alla mozione di Pdl e Lega sull’impegno italiano in Libia. Critiche dell’opposizione. Berlusconi: “Con Bossi nessuna incomprensione”.

2.Cronaca estera. Barak Obama ha deciso di non mostrare le foto del corpo di Bin Laden. Il blitz simulato due settimane prima in una base americana. Osama era lì da sei anni. La figlia del leader di Al Qaida accusa: “L’hanno preso vivo e poi ucciso”.

3. Cronaca interna. Durante il governo Ciampi il provvedimento che cancellò il carcere duro a centinaia di mafiosi dopo le stragi del ’93, ma nel resoconto finale del ministro Conso nemmeno una traccia.

4. Giustizia. Crack Parmalat, per Callisto Tanzi pena ridotta in Cassazione a 8 anni e un mese per aggiotaggio. 32mila risparmiatori saranno risarciti con 100 milioni di euro.

5. Cronaca interna. “Sul mio pestaggio solo mezze verità”, parla Stefano Gugliotta, il giovane picchiato dagli agenti un anno fa dopo la finale di Coppa Italia. “Volevano farmi firmare il rifiuto al ricovero”

6. Cronaca estera. Tregua dei paparazzi: lasceranno in pace i neosposi William e Kate, un patto non scritto ricordando Diana. La stampa francese rivela: “Carla in attesa di due gemelli”.

7. Sport. Il tecnico del Milan Allegri al Tg5 : “Scudetto? Meglio non averlo ancora vinto. C’è il rischio appagamento e vogliamo anche la Coppa Italia. Il mio preferito? Thiago Silva”.

La7 – Telecom Italia Media

1. Cronaca estera. Quindi Obama ha deciso: nessuna diffusione delle immagini di Bin Laden ucciso nel suo bunker, troppo cruente per la Casa Bianca. A 48 ore dal blitz restano i misteri sulla fine dello sceicco del terrore. La figlia dice: “Prima catturato vivo, poi ucciso”.

2. Politica interna. Nel giorno della pace apparentemente quasi fatta con la Lega, Berlusconi cambia delfino, mette da parte Alfano e dice: “Se mi tiro indietro il candidato è Giulio Tremonti”. L’affermazione arriva dopo il voto alla Camera. “Con Bossi – dice il premier – qualche incomprensione c’è, ma ci intendiamo”.

3. Politica interna/Economia. E questo sembra essere proprio il giorno del super ministro dell’Economia con le novità del decreto Sviluppo che approda domani in Consiglio dei ministri. Incontri frenetici per evitare i tagli e raddrizzare i conti, mentre vengono smentite le voci che proprio contro Tremonti parlano di una nuova manovra.

4. Politica interna. Affondo di Napolitano: “La sinistra sia più credibile e affidabile, oppure si autocondannerà all’opposizione – dice citando Antonio Giolitti, il riformista scomparso – Occorre capacità di governo, senso dell’alternativa, gradualità di obiettivi”.

5. Politica interna. Sulla Libia è stata approvata la mozione della maggioranza. Esulta la Lega: “ Abbiamo vinto”. E Bossi va più in là e rispolvera il refrain del ‘celodurismo’ e dice: “E’ stata trovata la quadra”. Con l’opposizione ancora accuse ma, a parte l’Italia dei valori, sulla missione concordano tutti.

6. Politica interna. Lo show, volontario o involontario, del ministro della Difesa La Russa, dopo il “vaffa” dello scorso mese a Fini, ieri a Ballarò il ministro è riuscito a litigare con quasi tutti, per poi chiedere: “Ma questo Lukashenko di cui si parlava, chi sarebbe mai?”.

7. Giustizia. Callisto Tanzi, verdetto finale: 8 anni e un mese per il crack Parmalat, con la pena ridotta rispetto al secondo grado. Ma Tanzi, 74 anni, potrebbe non finire in carcere, per lui gli avvocati chiedono i domiciliari.

SkyTg24 – Sky Italia

1. Cronaca estera. Giallo Bin Laden, la Casa Bianca ha deciso di non diffondere le foto del cadavere.

2.Cronaca estera. La figlia di Osama accusa: “Mio padre preso vivo e poi ucciso”.

3.Politica interna. Berlusconi e il suo successore: “Se mi tiro indietro il primo candidato è Tremonti”.

4.Politica interna. Libia, la Camera approva le mozioni. Per Bossi “ha vinto la Lega, Bersani “questa è una pagliacciata”.

5.Politica estera. Ma la Nato mette in chiaro: “Fine missione a obiettivi raggiunti”, dice Rasmussen.

6. Politica estera. Medio Oriente, riconciliazione Hamas-Fatah. Abu Mazen dice: “Voltiamo pagina”.

7. Politica estera. Migrazione, Bruxelles apre alla sospensione di Schengen, ma solo in casi eccezionali.

8. Economia. Conti pubblici, a giugno manovra da 7 miliardi. Premier auspica rigore e Pd parla di “stangata”.

9. Giustizia. Parmalat, pena ridotta per prescrizione da 10 a 8 anni per Callisto Tanzi.

10. Sport. Champions, questa sera Manchester-Schalke, i Red Devils a un passo dalla finale.