I titoli dei più importanti telegiornali italiani andati in onda in prima serata, un modo per farvi capire cosa è (o non è) importante per un telegiornale.

Il confronto . Lunedì sera il Tg5 mantiene lo schema della sera precedente: un unico lungo titolo sulla crisi libica, tra aggiornamenti i cronaca estera, politica e problema immigrazione; il Tg1 , invece, torna a suddividere i titoli del proprio telegiornale. Un solo titolo, o cinque suddivisi per argomento, l’attenzione dei telegiornali è sempre focalizzata sulla Libia, anche se all’interno della scaletta si possono evidenziare alcune sfumature come la scelta del Tg1 e Tg5 di iniziare il telegiornale parlando dei bombardamenti invece di sottolineare in apertura le polemiche tra Italia e Francia sul comando della missione (scelta fatta da TgLa7 e SkyTg24 ). Le ripercussioni economiche sulla bolletta del gas annunciate dall’Eni dopo le sanzioni al regime di Gheddafi sono annunciate solo da Sky. Di Giustizia si occupa il Tg1 che parla dell’assoluzione di un tabaccaio condannato in primo grado per omicidio, ma il telegiornale di Raiuno non titola con il processo sul caso Mills in cui è imputato il premier Silvio Berlusconi (titolo presente solo sul TgLa7 ). Di crisi nucleare in Giappone si parla solo in due telegiornali su quattro, i reattori di Fukushima non sono presenti nei titoli di Tg1 e Tg5 . In dettaglio tutti i titoli dei telegiornali di lunedì sera:

Le edizioni precedenti

Tg1 – Rai

1. Cronaca estera. Bombardamenti alleati in Libia, truppe Gheddafi si ritirano da Bengasi, e sparano sulla folla a Misurata. I ribelli: “Non trattiamo”.

2. Politica estera. Berlusconi-Frattini: “O il comando passa alla Nato o niente basi italiane”. Premier: “Nostri aerei non hanno sparato e non spareranno”.

3. Cronaca estera. Nuove missioni dei caccia italiani. Mistero sul rimorchiatore italiano sequestrato, ha lasciato il porto di Tripoli, La sua rotta è incerta.

4.Cronaca interna. Immigrazione, Maroni: “Rischio infiltrazioni terroristi”. A Lampedusa più migranti che residenti, protestano gli isolani.

5.Politica interna. Napolitano: “Sulla crisi libica non possiamo sottrarci alle nostre responsabilità”. Bersani in studio al Tg1 .

6. Giustizia. Assolto in appello Giovanni Petrali, il tabaccaio milanese che nel 2003 uccise un rapinatore ferendone un altro. Fu legittima difesa, ribaltata la sentenza di primo grado.

Tg5 – Mediaset
1. Cronaca/Politica estera. Nuovi raid aerei sulla Libia, colpito il bunker di Gheddafi, ma nessuno sa dove sia il rais. Testimoni parlano di scudi umani, miliziani sparano sulla folla, strage a Misurata. È polemica sul comando delle operazioni, Berlusconi: “I nostri aerei non hanno sparato e non spareranno. Il comando passi alla Nato”. Frattini: “Altrimenti nelle nostre basi comandiamo noi”. Gelo della Francia. Obama: “La leadership americana garantisce la legittimità dell’operazione. Gheddafi deve andare via”. Stasera il Consiglio di sicurezza dell’Onu, il segretario generale Ban Ki-moon aggredito al Cairo da sostenitori di Gheddafi. Napolitano: “Non potevamo e non possiamo sottrarci alle responsabilità”. Proseguono i rimpatri degli immigrati, ma a Lampedusa è emergenza: oltre 5.400 i nordafricani arrivati.
La7 – Telecom Italia Media

1. Politica estera. “Il comando delle operazioni torni alla Nato”, dice il ministro Frattini al culmine di una giornata sul filo dello scontro diplomatico con la Francia. Dagli Stati Uniti il ministro della Difesa fa sapere: “Pronti a un passo indietro”.

2.Politica interna. Ma i nostri caccia non hanno sparato e non spareranno”, fa sapere il premier che tenta la mediazione politica tra interventisti e non interventisti all’interno della maggioranza di governo.

3.Cronaca estera. Al terzo giorno di guerra, tra bombardamenti e raid aerei i ribelli puntano il dito contro il colonnello e dicono: “A Zenten ha rotto la tregua”. Il riferimento è alla città a sud-est di Tripoli per ore sabato sotto il martello delle forze fedeli al rais.

4.Cronaca interna. A Lampedusa situazione fuori da ogni controllo, sono quasi 15mila gli immigrati giunti dall’inizio dell’anno, dice il ministro Maroni: “Misure compensative, anche economiche, per i residenti”.

5.Cronaca estera. In Giappone rischio di contaminazione radioattiva per latte e verdura, sospesa la distribuzione. L’allarme arriva dall’Organizzazione mondiale della sanità e a Fukushima fumo dal reattore n. 2.

6. Giustizia. Impegnato nel Consiglio dei ministri straordinario sulla Libia, Berlusconi non va all’udienza del processo Mills. Nei corridori del tribunale di Milano gruppi di fan inneggiano al premier. L’avvocato Ghedini dice: “La vita di un presidente del Consiglio non può soggiacere ai tempi di un processo”.

7. Politica interna. E il Carroccio perde qualche decimale per i festeggiamenti dei 150 anni dell’Unità, mentre i Verdi riprendono fiato sull’onda della paura per il nucleare. Queste alcune delle novità del nostro consueto sondaggio del lunedì. Vedremo poi le altre.

SkyTg24 – Sky Italia

1. Politica estera. Scontro sulla guida della missione in Libia, Berlusconi: “Il comando passi alla Nato”.

2.Politica estera. Frattini a SkyTg24: “Senza la Nato, pronti a riprendere il controllo delle nostre basi”.

3.Politica estera. La Francia replica: “L’Alleanza atlantica non ha ruolo”. Apertura, invece, dagli inglesi

4.Politica estera. Obama dal Cile: “La nostra posizione è che Gheddafi deve andare via”.

5.Cronaca estera. Scudi umani in Libia per difendere il rais. Gli insorti di Bengasi: “Qui 8mila morti”.

6. Cronaca estera. Sono entrati in azione i Tornado italiani, decollati e già rientrati alla base di Birgi.

7. Economia. Sanzioni al regime, l’Eni avverte: “Le aumenteremo, ma aumenterà il prezzo del gas”.

8. Cronaca estera. Sollievo per il rimorchiatore sequestrato, stanno bene gli otto marinai italiani.

9. Cronaca interna. Allarme terrorismo, 15mila arrivi a Lampedusa. Per Maroni c’è il rischio infiltrati.

10. Cronaca estera. Fumo dal reattore 2 a Fukushima. Evacuato il personale e allarme cibo dell’Oms.