Sarà per tradizione o per esigenze lavorative, ma il telegiornale della prima serata è quello più seguito dagli italiani. Ogni sera, intorno alle 20, i più grandi network nazionali si sfidano a colpi di news per attrarre a sé più ascoltatori possibile. Businesspeople.it ha deciso di metterli a confronto. A mente fredda, faremo un raffronto tra i titoli dei più importanti telegiornali italiani andati in onda in prima serata, un modo per farvi capire cosa è (o non è) importante per un telegiornale.

Il confronto. Boccata d’aria estera per il Tg1 Rai che, dopo due giorni di cronaca e politica ‘nostrana’ parte con due titoli che guardano fuori dall’Italia. Apertura dedicata all’esplosione di una piattaforma petrolifera a largo del Messico (con un richiamo al disastro Bp) e secondo piano per l’incontro tra israeliani e palestinesi a Washington. Anche al Tg5 l’incontro tra Netanyahu e Abu Mazen occupa il secondo piano, mentre viene dedicata l’apertura all’appello dei genitori di Sarah, la giovane ragazza scomparsa la scorsa settimana vicino casa. Apertura ‘tradizionale’ per il TgLa7 che, dopo la consueta presentazione con ‘stand up’ del nuovo direttore, Enrico Mentana, dà spazio alla scontro Pdl finiani e alle critiche di Bersani sul berlusconismo (temi presenti anche al Tg1 e Tg5 ). Non manca in nessuno dei tre telegiornali l’appello di Napolitano per una politica industriale del Paese e un approfondimento sulla Scuola con il ministro dell’Istruzione, Mariastella Gelmini, che presenta le novità del nuovo ano scolastico.

Tg1 – Rai

1. Cronaca estera – Torna la paura a largo del Messico, esplode una piattaforma a largo della Lousiana. Quattro mesi fa il disastro della Bp

2.Politica estera – Primo ‘faccia a faccia’ a Washington tra israeliani e palestinesi. Cauto ottimismo e si va avanti. Prossimo incontro 14 e 15 settembre

3.Cronaca interna – Milano, 33enne uccisa dall’ex marito nel cortile di casa. L’uomo le ha sparato con una pistola. E’ stato arrestato dalla polizia.

4.Cronaca interna – La scomparsa di Sarah, il giallo di un’auto nera. Parla al Tg1 l’amico della ragazza, sentito per ore dai carabinieri

5.Politica interna – Napolitano: “Serve seria politica industriale”, Bossi: “Per ora niente voto”, Verdini: “Sui finiani nessun rinvio”. Polemica Pdl Bersani sul ‘berlusconismo’

6. Istruzione – Il ministro Gelmini presenta il nuovo anno scolastico: bocciatura dopo 50 giorni di assenza. Precari: “Impossibile assorbirli tutti”

7. Superenalotto – Sale la febbre del jackpot, boom di giocate. Tra poco in diretta durante il Tg1 la sestina vincente. In palio 126,5 milioni di euro, in questo momento è il montepremi più alto del mondo.

Tg5 – Mediaset

1. Cronaca interna – Cresce l’angoscia per Sarah, scomparsa una settimana fa nei 400 metri di strada tra casa sua e quella della cugina. In diretta al Tg5 l’appello dei genitori.

2. Politica estera – Alla Casa Bianca il primo round di negoziati israelo-palestinesi. Incoraggiato Obama, la Clinton: “Servirà un anno”. Netanyahu e Abu Mazen si rivedranno il 14 e il 15

3. Politica interna – Bersani: “Il berlusconismo fa regredire la politica a fogna”. Dura la replica del Pdl: “Come un topo farà la fine dei suoi predecessori”. Napolitano: “Serve una serie politica industriale”.

4.Cronaca interna – “Gli organi di nostro figlio per salvare altre vite”. Così i genitori di Davide, 16 anni, travolto e ucciso da un’automobilista ubriaca.

5.Istruzione – Gelmini: “Non strumentalizzare i precari. Impossibile assorbirne 200 mila”. Le novità della riforma: con 50 assenze si viene bocciati.

6. Salute - Grassi e calorie, italiani sempre più attenti a cosa mangiano e a leggere scrupolosamente le etichette.

7. Cinema - A Venezia, tra le bellissime, anche Manuela Arcuri, tra poco con Garko su Canale 5 nella fiction da record di ascolti: Il peccato e la vergogna

La7 – Telecom Italia Media

1. Politica interna – Bossi esclude elezioni anticipate, Verdini anche, ma è linea dura del Pdl contro i finiani. Bersani sferzante: “Con Berlusconi la politica è regredita a fogna”.

2. Politica interna – “Serve una politica industriale”. Napolitano punzecchia il governo e usa il sarcasmo: “Allora passo la voce” dice sul ministro dello Sviluppo Economico che manca da 4 mesi.

3.Istruzione – Dal 2011 sarà bocciato chi farà 50 giorni di assenza a scuola. La Gelmini fa la dura. “Nessun governo può assumere 200 mila precari”. Costerebbero, abbiamo fatto due conti, 7,5 miliardi

4.Malasanità – “Durante il travaglio ho assistito alla lite dei due ginecologi”. Ora la mamma di Messina parla agli inquirenti e preannuncia un supplemento di denuncia.

5.Televisione – Masi/Santoro, è di nuovo scontro in Rai. Per il direttore generale la sentenza che ha reintegrato il conduttore nell’azienda pubblica non significa automaticamente il ritorno di Anno zero

6. Politica estera – A Washington sono ripresi i colloqui di pace per il Medio Oriente. “Siamo convinti che in un anno potete farcela” dice Hillary Clinton a Netanyahu e Abu Mazen.

7. Calcio – Oltre nove mesi senza vincere. E’ il record negativo della Nazionale. Domani in Estonia la gara di esordio alle qualificazioni europee, Prandelli con le tre punte.