I titoli dei più importanti telegiornali italiani andati in onda in prima serata, un modo per farvi capire cosa è (o non è) importante per un telegiornale.

Il confronto . Per un giorno l’attenzione dell’Italia si rivolge tutta a Roma, tra l’attesa del voto in Parlamento (seguita da molti in diretta tra internet e tv) che ha riconfermato la fiducia al governo, e la guerriglia che si è scatenata a Roma con la Polizia che ha cercato di fermare, anche con le cattive, la devastazione dei Black Bloc. Il Tg5 dedica l’apertura alla lunga giornata di Roma, un’apertura così non accadeva dalla conferma della morte di Sarah Scazzi (un solo titolo a commento), ma anche gli altri telegiornali, TgLa7 e SkyTg24 in primis, rimangono incentrati sul voto di fiducia e sugli scontri nella Capitale. Sul Tg di Mentata e nell’edizione di Sky, però, compare anche la cronaca estera, con l’annuncio della scarcerazione, su cauzione, del “capo” di Wikileaks, Julian Assange. Particolare il contrasto tra il Tg1 e Sky: nel telegiornale di Raiuno si afferma che Assange rimarrà in carcere per l'appello della Svezia, mentre su SkyTg24 (che chiude con l’annuncio di un 2011 salato sul fronte delle bollette) si afferma che la Svezia non fara ricorso. In dettaglio tutti i titoli dei telegiornali di martedì sera:

Le edizioni precedenti

Tg1 – Rai

1. Politica interna. Il governo incassa la doppia fiducia: ampia al Senato, per tre voti alla Camera. Futuro e Libertà perde pezzi. Tensione in Aula.

2.Politica interna. Berlusconi da Napolitano: “Vittoria politica, con Fini ho chiuso. Ora allarghiamo la maggioranza, rifletterò su una crisi pilotata”.

3. Politica interna. Fini: ”Non lascio presidenza Camera”. Bersani: “’Vittoria di Pirro’ del premier”. Casini: “Berlusconi governi o voto”, Bossi apre all’Udc.

4. Cronaca interna. Guerriglia a Roma, teppisti all’assalto: 90 feriti, devastato centro storico. Sassi contro forze dell’ordine, auto e blindati distrutti.

5. Cronaca estera. Concessa la libertà su cauzione a Julian Assange. Il capo di Wikileaks resta ancora in carcere perché la Svezia fa appello.

6. Meteo. L’Italia al freddo, nevica da 20 ore sulle coste adriatiche de il maltempo continua a flagellare anche Stati Uniti ed Europa.

7. Attualità. Regali tecnologici per chi può spendere qualche euro in più. Le ultime novità nelle cure termali. A Milano il presepe meccanico del 1920.

Tg5 – Mediaset

1. Politica interna. Il premier al Quirinale dopo il no alla sfiducia al governo sia Senato che alla Camera: a Palazzo Madama con 162 voti contro 135, a Montecitorio finisce 314 a 311. Si divide futuro e libertà con due voti per il governo e una astensione. Berlusconi: “E’ una vittoria politica, non ci sono alternative. Non servono elezioni, ma se ci fossero le vinceremmo. Ora avanti con sicurezza per le riforme. Auspicabile, aggiunge l’allargamento della maggioranza, ma niente trattative con Fini”. Bossi: “Nessun veto all’Udc”. Fini ammette: “Sconfitta evidente, ma solo numerica” e non si dimette”. Bersani: “Il governo così non andrà avanti”. Alla Camera seduta tumultuosa con bagarre e insulti in Aula.

2.Cronaca interna. Dopo il voto violentissima guerriglia a Roma: Black Bloc scatenati intorno a Montecitorio e davanti al Senato. Cariche e assalti ai blindati, vetrine infrante. Auto e cassonetti in fiamme. Piazza del Popolo e Via del Corso trasformate in campi di battaglia. 41 i fermati, 40 feriti tra i manifestanti, 57 tra le forze dell’Ordine.

La7 – Telecom Italia Media

1. Politica interna. Tre voti fanno la differenza, la mozione di sfiducia al governo non passa. Niente spallata. Tensione in aula dove si sfiora la rissa. Delusione dell’opposizione, decisivo il ripensamento di tre finiani. È la fiducia dei responsabili.

2.Politica interna. “Vittoria politica e vittoria personale” dice il premier che esulta e dopo il voto della Camera si reca al Colle dal capo dello Stato. A Napolitano dice: “Adesso allarghiamo la maggioranza”. Poi va da Vespa per la presentazione del nuovo libro e dice: “Con Fini mai più”.

3.Politica interna. “Io sconfitto” ma per il presidente della Camera i giochi sono tutti da fare. Fini, che ha dovuto annunciare la sua sconfitta dallo scranno più alto di Montecitorio, avverte: “Adesso siamo all’opposizione e per il governo la vita sarà sempre più dura”.

4.Politica interna. Catia Polidori e Silvano Moffa, traditori o salvatori della patria? I due esponenti di Futuro e Libertà nel momento fatale del voto hanno abbandonato il presidente della Camera, facendo crollare il castello politico pazientemente costruito da Fini e Bocchino.

5.Politica interna. E sulla giornata più lunga e difficile della legislatura il commento di due giornalisti di sponde opposte: Marco Travaglio del Il Fatto Quotidiano e Alessandro Sallusti de il Giornale .

6. Cronaca interna. E Roma è stata teatro di una mattinata e di un inizio di pomeriggio di guerriglia incredibile. Scontri, mezzi incendiati, feriti, arresti. A un certo momento dalla tasca di un finanziere è spuntata una pistola e poteva andare davvero malissimo.

7. Cronaca estera. Una cauzione per il padrone di Wikileaks apre le porte del carcere, Assange può tornare libero. Ma non subito solo tra 48 ore, sempre che i nuovi dossier in arrivo non provochino altre grane.

SkyTg24 – Sky Italia

1. Politica interna. La vittoria di Berlusconi, ottiene la fiducia e apre a una maggioranza più ampia.

2.Cronaca interna. Fuori dai palazzi la guerriglia dei Black Bloc, il centro di Roma a ferro e fuoco.

3.Politica interna. Fini ammette la sconfitta, ma avverte: “Vittoria solo numerica, non mi dimetto”.

4.Politica interna. Casini rifiuta le lusinghe: “Noi alternativa di governo come responsabili”.

5.Politica interna. La Lega chiede un esecutivo più forte e non mette veti all’Udc.

6. Politica interna. Per Bersani governo comunque in crisi, casomai la minoranza è più forte.

7. Politica interna. Decisivi i voti di tre finiani che hanno votato per il governo. Rissa in aula.

8. Cronaca estera. Wikileaks, Julian Assange libero su cauzione, la Svezia non farà ricorso.

9. Giustizia. Thyssen Group, al processo l’accusa chiede 16 anni e sei mesi per l’amministratore delegato.

10. Economia. Bollette, stangate: nel 2011rincarara luce, ma aumenterà il gas.