I titoli dei più importanti telegiornali italiani andati in onda in prima serata, un modo per farvi capire cosa è (o non è) importante per un telegiornale.

Il confronto. La sentenza sul processo Eternit, definita “storica” dal ministro della Salute, Renato Balduzzi, non è poi così importante per il Tg1 che in apertura di lunedì 13 febbraio sceglie la crisi greca, tra piano d’austerity, bilancio scontri in piazza e dubbi europei sul piano di aiuti. Ma sul telegiornale Rai il giudizio del tribunale di Torino, apertura di Tg5 e Tg La7 , arriva anche dopo il piccolo terremoto nel Pd dovuto alle primarie di Genova (segnalato anche dagli altri telegiornali, ma in secondo piano). Notizia del giorno è anche il declassamento dell’emergenza neve (non dell’agenzia Moody’s nei confronti dell’Italia, che non compare nei titoli di Tg1 , Tg5 e Tg La7 ) che viene inserito quasi in chiusura da Tg5 e Tg1 , quest’ultimo tratta i danni subiti dall’agricoltura, praticamente la stessa notizia trattata da SkyTg24 il giorno precedente. Il meteo, già poco considerato da questo telegiornali, esce completamente dai titoli del Tg La7 , l’unico a dare ancora risalto al “Rubygate” e unico ad annunciare l’incontro decisivo per la candidatura di Roma alle Olimpiadi 2020. In dettaglio tutti i titoli dei telegiornali di lunedì sera:

Com’era andata un anno fa? Le edizioni del 13 febbraio 2011

Tg1 – Rai

1. Economia/Cronaca estera. La Grecia approva il piano di austerity per evitare il fallimento. Centinaia i feriti negli scontri di ieri. I dubbi dell’Europa.

2. Politica interna. Napolitano: “Dopo il rigore la priorità è la crescita; necessario accordo tra sindacati e governo, ma coesione sociale non significa immobilismo”.

3. Politica interna. Genova, alle primarie vince candidato di Vendola; si dimettono vertici locali del Pd. Liberalizzazioni, Schifani ai partiti: “Ridurre gli emendamenti”.

4. Giustizia. Torino, processo Eternit: fu disastro doloso. Condanna a 16 anni per i due manager degli stabilimenti italiani.

5. Cronaca interna. Non nevica più, ma si contano i danni. Oltre 500 milioni di euro nell’agricoltura; insieme al gelo resta il rischio crolli.

6. Cronaca estera. Whitney Houston uccisa dalla sua depressione; la pop star non è annegata nella vasca da bagno, ma stroncata dai farmaci.

7. Musica/Televisione. Vigilia del Festival di Sanremo, attesa per l’esibizione top secret di Celentano. Il molleggiato oggi è giunto al teatro Ariston per le ultime prove blindate.

Tg5 – Mediaset

1. Giustizia. Eternit colpevole di disastro doloso per l’amianto: condannati a 16 anni i due manager dell’azienda. Lacrime in aula, 95 milioni ai parenti delle vittime, che dicono: “Sentenza storica, ma la nostra battaglia continua”.

2. Cronaca estera/Finanza. Calma ad Atene dopo i cento feriti di ieri sera in piazza e l’approvazione del piano di tagli chiesto dall’Europa. Oggi la decisione del governo di andare a elezioni ad Aprile. Bene le Borse europee, Atene vola.

3. Politica interna. Terremoto nel Pd genovese dopo la vittoria alle primarie del centrosinistra di Marco Doria, vicino alla lista Vendola. La rabbia del sindaco Vincenzi; si dimettono i vertici provinciali e regionali del partito. Bersani: “Esito logico con due candidati”.

4. Cronaca interna. Il maltempo si sposta al Sud: imbiancate Capri e le Eolie; Guido Bertolaso al Tg5 : “Ridare potere alla Protezione Civile. E attenti al disgelo, c’è il rischio alluvioni”.

5. Cronaca interna. “L’Acqua sta salendo”, nuovi dialoghi nella plancia di comando in esclusiva al Tg5 . Un mese fa la tragedia del Giglio; i parenti delle vittime depongono una corona di fiori. Proseguono le operazioni di estrazione del carburante.

6. Cronaca interna. A Milano una pattuglia della polizia locale interviene per sedare una rissa tra sudamericani: due fuggono in macchina, un vigile spara e ne uccide uno; l’altro riesce a fuggire.

7. Cronaca estera. Un mix di alcool e antidepressivi fatale per Whitney Houston; era ridotta in miseria la star che aveva venduto 170 milioni di dischi. Con la sua morte è boom di vendite.

8. Attualità. Fiori, gadget e messaggini originali in vista di San Valentino. Domani la festa degli innamorati, ma c’è chi questa ricorrenza la detesta.

La7 – Telecom Italia Media

1. Giustizia. Al maxiprocesso sui tremila morti di amianto storica condanna per i vertici della multinazionale Eternit: la Corte di Torino infligge 16 anni ai manager, un miliardario svizzero e un aristocratico belga; non sono tutti e due in Italia. Erano accusati di disastro doloso, in aula i familiari delle vittime, in lacrime, moltissimi da Casale Monferrato, sede della fabbrica principale in Italia. Milioni di euro di risarcimento alle seimila parti civili.

2. Finanza/Politica estera. Non sono del tutto convinti i mercati internazionali del piano di risanamento votato, la notte scorsa, dal Parlamento greco. Vola solo Atene, ma tutti gli altri listini europei chiudono con un solo leggerissimo segno positivo; lo spread prime scende e poi si assesta di nuovo sopra quota 360 punti. Tagli ai salari, nuovi tagli alla Pubblica amministrazione, privatizzazioni accolte positivamente a Bruxelles e a Berlino. E ora Atene va verso le elezioni anticipate di aprile.

3. Politica interna. Ore, giorni decisivi per la riforma del mercato del lavoro, mercoledì incontro governo-Parti sociali. Avanza l’ipotesi di sospendere l’applicazione dell’articolo 18 per i neoassunti nei prossimi tre o quattro anni come avrebbero concordato nell’incontro –smentito peraltro da entrambi – Monti e la Camusso. Napolitano auspica un accordo e mette il dossier lavoro in cima alle priorità del governo.

4. Politica interna. Alle primarie per il candidato sindaco di Genova un Partito democratico diviso viene nuovamente bocciato, come è successo a Milano e in molte città: vince il ‘vendoliano’ Doria, che raccoglie il 46% dei consensi ed esplode una bufera tra i democratici. Il sindaco uscente Vincenzi si infuria e sbotta sul social network, Bersani ammette la sconfitta, Vendola esulta: “Ha vinto il nuovo”.

5. Giustizia. Al processo sul Rubygate depone l’agente che la sera del 27 maggio 2010 fermò a Milano Karima El Marough, cioè Ruby, per furto; è la notte della famosa telefonata di Berlusconi in Questura. Alla Corte l’agente racconta che la ragazza chiamava insistentemente “Silvio”, l’ex premier. Ruby confermò di averlo conosciuto ad Arcore: “Lui sapeva che ero marocchina, ma non che ero minorenne.

6. Economia/Sport. La designazione da parte del Comitato olimpico Internazionale avverrà fra un anno e mezzo, ma a Roma – si sa – c’è grande mobilitazione nei palazzi per la candidatura alle Olimpiadi del 2020 perché domani il governo deve decidere se appoggiare o no il Comitato olimpico, la candidatura; o per lo meno, domani c’è l’incontro tra i promotori, sindaco di Roma e Monti. Le spese: otto miliardi, ma crescono anche le perplessità sulla mobilità e sul fatto che – accadde ad Atene 2004 – fatti i piani di spesa, la spesa stessa lievita in maniera esponenziale.

7. Politica interna. Il nostro sondaggio del lunedì: a sorpresa scende sensibilmente il consenso nei confronti del centrosinistra, che quasi in egual misura cresce nei confronti del centrodestra e altrettanto a sorpresa crescono i consensi per il movimento di Beppe Grillo. Sempre sopra il 60% la fiducia personale nei confronti del premier.