Attenzione a chi fa riparare il proprio iPhone: chi possiede uno smartphone della Mela dovrà scegliere con cura il centro cui affidarlo in caso di guasti. Infatti, se l’assistenza non è autorizzata da Apple, si rischierà di incorrere in un errore irreversibile.

ERROR 53. Il famigerato “Error 53” è il messaggio che in questi giorni sta facendo tremare i possessori di iPhone . L’errore si presenta sugli schermi dei dispositivi con iOs, in particolare su quelli che non sono stati mandati in riparazione in centri di assistenza ufficiali Apple: le versioni più recenti del sistema operativo sono configurati per bloccare lo smartphone nel caso in cui a “metterci le mani” sia stato qualche tecnico privo dell’autorizzazione dell’azienda di Cupertino.

PROTOCOLLI DI SICUREZZA. In particolare, il problema compare quando ad essere coinvolto nella riparazione è il sensore di impronte digitali Touch ID, il dispositivo di sicurezza che garantisce le operazioni sull’App Store e quelle svolte con Apple Pay . I tecnici non approvati dalla Mela non sono infatti in grado di riallineare sensori e chip sicuro: quando questo accade, iOs si blocca a causa del mancato superamento dei protocolli di sicurezza. La soluzione? Da Cupertino ribadiscono la necessità di rivolgersi a centri di riparazione ufficiali, ribadendo la primaria importanza che la sicurezza dei propri clienti ha per l’azienda. Nonostante questo, moltissime sono state le proteste degli utenti Apple , che lamentano la scarsa trasparenza in merito.