Tecnologia, quello che oggi è una novità, domani rischia di essere vecchio

La tecnologia viaggia alla velocità della luce e non si ferma mai. Il risultato? Quelle che oggi sembrano delle novità, domani rischiano di essere scoperte già vecchie. Si pensi a che cosa è successo negli ultimi anni con floppy disc, Cd e Dvd vergini, tv, computer, cellulari, scomparsi completamente o rimpiazzati da versioni sempre più moderne. Secondo gli esperti, ora a rischiare sono diversi ritrovati tecnologici. Innanzitutto le chiavette Usb che, stando a Isaiah Nwukor, web developer e web designer presso Storemods (un sevizio per le persone che impiegano l’e-commerce), sono destinate a cedere il passo al cloud: in fatto di archiviazione e condivisione dei dati, infatti, questo strumento non ha al momento concorrenti. Nwukor prevede un futuro nero anche per le macchine fotografiche digitali: ormai gli smartphone permettono di fare fotografie di buona qualità, per cui è probabile che gli utenti sceglieranno sempre meno le fotocamere.

La tecnologia non si ferma mai

Anche il destino dei monitor dei computer sembra già segnato: per Mike Hendrickson, vice presidente di Technology and Developer Products presso Skillsoft, andranno presto in pensione grazie alla tecnologia di proiezione, così come le smart Tv. E che dire dei computer portatili, che stanno rapidamente lasciando il posto ai tablet? Del resto, come ha spiegato Bryan Lemon, capo dello sviluppo di software presso Heliponix, i tablet moderni hanno grande potenza di elaborazione e possono essere usati per fare moltissime cose. Prepariamoci anche a dire addio alle macchine così come le conosciamo oggi: diversi esperti sono convinti che di qui a qualche anno le auto a guida autonoma saranno perfezionate al punto di sostituire quelle tradizionali. E non finisce qui. “Gli interruttori saranno sostituiti dall’illuminazione smart e dagli assistenti vocali come Alexa, Google Home e Siri” ha annunciato Lemon.