Un iPad più piccolo per rispondere alle esigenze di mercato. L’ultimo nato di casa Apple si chiama iPad mini, è stato presentato il 23 ottobre a San Jose e sarà già disponibile in Italia dal prossimo 2 novembre, a partire da 329 euro. Nessuna grande novità, questa volta, per l’azienda che ha fatto e fa dell’innovazione il suo cavallo di battaglia: il nuovo iPad mini (di cui si conosceva già praticamente tutto prima del keynote di Apple) risponde alle esigenze di un mercato che chiede tablet con schermi più piccoli dei canonici 10 pollici e, possibilmente, meno costosi. Sì, questa volta Apple, al momento leader del mercato tablet, non ha dettato i trend ma li ha seguiti, per fare concorrenza a tablet come il Kindle Fire di Amazon, il Nexus 7 di Google e il Galaxy Tab 7 di Samsung, ma anche per rubare la scena a Microsoft che fra pochi giorni debutterà con il nuovo Windows 8 e il tablet Surface. iPad a confronto
Ma passiamo alle caratteristiche del mini iPad. Il tablet sta facilmente in una mano, il display è di 7,9 pollici (circa 20 cm) e pesa 309 grammi. La risoluzione non è quella dell’ultimo iPad (che ieri è stato aggiornato con un nuovo processore, nuova videocamera frontale e connettività migliorata) ma è la stessa del primo iPad e di iPad 2 (1.024 x 768 pixel). Una scelta dettata per contenere lo spessore ( 7,2 mm), ma anche il prezzo. La notizia positiva è che il mini iPad avrà già a disposizione le 275 mila app ottimizzate per iPad.
E’ presente il nuovo connettore Lighting, già installato su iPhone 5, una fotocamera HD frontale per le videochiamate e una sul retro da 5 megapixel. La versione più economica arriverà sugli scaffali con connessione Wi-Fi, mentre la più costosa (da 659 euro) può ospitare le schede Sim per il traffico dati (connettività Lte).
Nel corso del keynote di San Jose, Apple ha anche presentato i nuovi Mac, un Mac mini e un iMac super sottile. Le altre novità