Una PlayStation 4 di Sony © Getty Images

Dopo otto anni al comando, Nintendo cede la leadership nel mercato delle console. A poche ore dall’inizio dell’E3 – la fiera dedicata ai videogame in programma a Los Angeles – arrivano i numeri a certificare il sorpasso Sony: nel 2013, nonostante le difficoltà economiche, la multinazionale di Minato (Tokyo) ha venduto un totale di 18,7 milioni di Playstation (tra Ps3, Ps4 e PsVita) a fronte dei 16,3 milioni di pezzi di Nintendo, in frenata del 31%. Sulla multinazionale di Kyoto, come riportato dal quotidiano finanziario Nikkei , pesano non solo gli errori nella strategia per il lancio della nuova Wii U, ma anche l’ottimo risultato di Sony con Playstation4 (7 milioni di unità vendute al 31 marzo), che ha più che compensato la frenata del 20% annuo della console portatile PsVita.

SUL PODIO. Cresce Microsoft con Xbox (vendite a 11,6 milioni di pezzi, +16%), che beneficia del lancio della nuova Xbox One. Il settore delle console, sottolinea Nikkei , continua a scontare la concorrenza dei videogame offerti sugli smartphone, spesso gratis e sempre più diffusi. Al punto che tutte le strategie dei principali player sono sotto continua evoluzione, come l'offerta di nuovi servizi, tra cui i giochi basati sul cloud per attirare nuovi giocatori. Secondo Gartner, società di ricerche del settore, il mercato dei videogame supererà per la prima volta i 100 miliardi di dollari a fine 2014, per attestarsi a 111 miliardi a fine 2015. Nella scomposizione dei diversi segmenti, le console, nello stesso periodo, saliranno a 49 miliardi e poi a quota 55, mentre il comparto 'mobile’, tra cui gli smartphone, si porterà prima a 17 e poi a 22 miliardi.