Si chiamano Pixel, sono i primi smartphone realizzati interamente da Google e si candidano a essere l’acerrimo rivale dell’iPhone 7. Non a caso durante la presentazione i riferimenti allo smartphone Apple sono numerosi e vanno dalla presenza del jack per le cuffie (che Cupertino ha deciso di eliminare dai suoi smartphone) ai colori: semplici come Quite Black, Very Silver e una limited edition Really Blue, che si contrappongono ai Black, Silver, Jet Black, Gold e Rose Gold di iPhone.

CAMBIO DI PASSO. Dopo i dispositivi Nexus, realizzati in partnership con Lg e Huawei (non hanno avuto un grande successo), Google abbraccia la filosofia Apple: un controllo diretto di hardware e software per una user experience migliore. In realtà i Pixel sono stati assemblati da Htc, ma sono stati disegnati e concepiti in Mountain View.

LE CARATTERISTICHE. Pixel e Pixel XL sono due smartphone da 5 e 5,5 pollici che arriveranno prossimamente in Italia con una batteria in grado di garantire 7 ore di autonomia dopo soli 15 minuti di ricarica rapida (qui tutte le caratteristiche). I Google Pixel sono anche i primi smartphone a introdurre un nuovo Assistente, “collega” del Siri di Apple. Le fotocamere sono tra le migliori in circolazione, pensate per offrire il meglio con il minimo sforzo da parte dell’utente, che potrà anche accedere ai server Google per uno spazio di archiviazione praticamente illimitato. Il prezzo? non è ancora stato annunciato, ma negli Stati Uniti l'operatore Verizon offre lo smartphone a un prezzo che parte dai 649,99 dollari.

LE ALTRE NOVITÀ. Con Pixel arrivano anche gli eleganti visori per la realtà virtuale DayDreamView, realizzati in microfibra e l’assistente domestico GoogleHome: lo stesso assistente virtuale presente sullo smartphone viene inserito anche in un elegante elemento d’arredo per rispondere alle domande degli utenti (meteo, traffico), riprodurre musica e azionare i dispositivi connessi, dalla Tv alle tapparelle. Nei video qui sotto tutti i dispositivi presentati da Google: