Satya Nadella

Satya Nadella

Microsoft non abbandonerà Windows Phone, nonostante il forte ridimensionamento della forza lavoro nella divisione abbia fatto ipotizzare a un cambio di strategia dell’azienda di Redmond. A rassicurare il mercato è stato lo stesso Ceo della multinazionale, Satya Nadella, che ha sottolineato come il prossimo lancio del sistema operativo Windows 10 (29 luglio) sarà decisivo per la crescita del segmento mobile dell’azienda.

“ABBIAMO COMMESSO UN GRANDE ERRORE”. "Quando sono arrivato in azienda – ha dichiarato Nadella in un’intervista a ZdNet -, nel '92, avevamo l'obiettivo di portare un Pc in ogni casa e su ogni scrivania. Bene, ci siamo riusciti". Ma ora bisogna pensare in grande, con Windows "vogliamo essere su ogni dispositivo". Il manager ha poi ammesso che "un grande errore” di Microsoft è stato quello di “pensare al Pc come centro di tutto".

POCHI MA BUONI. La nuova strategia di Microsoft sarà quella di ridurre il numero di dispositivi prodotti. “Non lanceremo ogni giorno un telefono e ci focalizzeremo su pochi dispositivi”. Centrale nella strategia del gruppo sarà mantenere un rapporto saldo con gli sviluppatori grazie a Windows 10, il nuovo sistema operativo in arrivo il 29 luglio che sarà la lingua comune di ogni dispositivo, dal computer ai visori Hololens, passando per telefoni e console Xbox. "Le app per Windows saranno universali", ha concluso Nadella, e gli sviluppatori le realizzeranno non pensando "al 3% del mercato dei telefonini ma al miliardo di consumatori che avrà un Menù Start davanti".