Il Kindle Touch 3G è sempre connesso

Kindle Touch 3G e i suoi 16 toni di grigio sono una manna per gli occhi dei lettori appassionati

Al contrario degli schermi LCD di smartphone e tablet, l’inchiostro elettronico degli e-Reader stanca molto di meno la vista e si legge meglio anche all’aperto, quasi immune agli odiosi riflessi del sole. Tra gli e-Reader di Amazon, abbiamo scelto il nuovo Touch 3G. Uno schermo da 6” abbastanza grande da poter leggere comodamente, ma abbastanza contenuto da trovare posto in ventiquattrore e tasche interne di molte giacche. L’elemento distintivo è ovviamente lo schermo touch: ora potrete sfogliare le pagine, evidenziare parole o digitare lettere toccando direttamente lo schermo. È abbastanza reattivo, anche se il tempo di risposta è inferiore a smartphone e tablet, ma non è un grosso problema e ci si abitua subito.
La versione 3G inoltre vi fa navigare gratuitamente su rete mobile: non dovrete sottoscrivere alcun abbonamento con un operatore telefonico, il costo iniziale comprende già la connessione, che però funziona solo per navigare nello store di Amazon. È molto comodo poter curiosare tra gli scaffali dell’enorme negozio virtuale: di praticamente ogni volume potrete leggere una descrizione, vedere la copertina e scaricare un estratto gratuito (solitamente il primo capitolo) e con la connessione 3G potrete farlo direttamente in spiaggia, in treno o in metrò.

Non manca la possibilità di collegarsi in Wi-Fi, naturalmente: in questo caso, esiste persino un browser “sperimentale” che permette di gironzolare per la Rete. Ovviamente non funziona tutto, ma per esempio Repubblica.it si vede perfettamente. E funziona anche Businesspeople.it !
Il Kindle Touch è un ottimo reader: non stanca la vista come tutti i suoi cugini, è funzionale e leggerissimo (solo 220 grammi, quasi un terzo di un iPad). Inoltre, la durata delle sue batterie si misura in settimane o mesi, non in ore: dopo averlo caricato per una mezza dozzina di ore, potrete usarlo per giorni senza problemi. Avremmo preferito rimanessero i tasti laterali per girare le pagine dei libri, presenti nel Kindle base ma spariti in quello Touch: erano veramente comodi.