Quello dei tablet è uno dei fenomeni più rilevanti dell’Hi Tech e impatta sempre più sul nostro quotidiano. E, come ogni fenomeno di grande portata, è normale che venga analizzato per capirne ogni sfumatura e anticiparne le evoluzioni. Un recente studio di Forrester Research (condotto su di un campione di oltre 13 mila consumatori tra Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Regno Unito, Spagna e Svezia) fornisce utili e interessanti indicazioni.
Ad esempio viene stabilito che l’utilizzo prevalente dei tablet è quello ‘domestico’: il 62% delle persone intervistate lo usa in salotto; il 45% in camera da letto; la maggior parte degli utenti lo usano per navigare in Internet, condividere sui social network, leggere e scrivere e-mail e guardare video. L’aspetto più interessante riguarda però le proiezioni che parlano di un aumento esponenziale della diffusione di questi device: entro il 2017 si quadruplicherà il numero di consumatori europei in possesso di un tablet. E ancora analizzando la situazione nei diversi Paesi del Vecchio Continente emerge che i Paesi Bassi si piazzano al primo posto con il 20% degli utenti che si connettono a Internet che possiedono un tablet, seguiti da Spagna (18%), Italia (16%), Regno Unito (15%). La Francia segue con il 9%.